Nunzio Corvaia, Salvo Cilona, Pinuccio Composto
Da sinistra: Nunzio Corvaia, Salvo Cilona, Pinuccio Composto

Pinuccio Composto: «Inutile prendersela con il segretario generale» – La decisione della Corte dei Conti di bocciare il piano di riequilibrio economico-finanziario del comune di Taormina, ha provocato alcune reazioni immediate da parte di diversi esponenti delle opposizioni. Il consigliere Pinuccio Composto ha detto che si aspettava una decisione del genere: «Non poteva esserci un epilogo differente, perché diciamo da mesi che dovevamo muoverci in una direzione ben precisa, ovvero avviare una seria spending review, attuare un piano di vendita degli immobili, gli affitti, una task force che si doveva occupare del piano di riequilibrio. Purtroppo hanno solo aumentato le tasse, ma è troppo facile colpire chi ha sempre pagato. Era necessario, invece, colpire gli evasori fiscali. Inoltre dovevamo risparmiare e fare ciò che la Corte dei Conti aveva chiesto di fare: azzerare la scopertura di cassa e far pagare chi ha debiti con il comune. L’ente doveva procedere verso una rivisitazione strutturale e invece la macchina burocratica ha dimostrato i propri limiti ed è inutile prendersela con il segretario generale del comune».

Nunzio Corvaia: «Un assessore che presenta un piano di riequilibrio e viene bocciato dalla Corte dei Conti, se ha un minimo di dignità, si deve dimettere» – Sulla stessa linea di pensiero il consigliere comunale dell’Udc, Nunzio Corvaia: «Abbiamo suggerito al sindaco di formare una giunta tecnica per superare questi gravi problemi e invece è nata una giunta politica. Quest’ultima la puoi formare quando c’è un comune sano. Non si poteva indicare Salvo Cilona come assessore al Bilancio, perché non è uno del mestiere. Sono stati troppo superficiali e la prescrizione della Corte dei Conti non era quella di aumentare le tasse. Taormina ha un problema di liquidità, di riscossione, di fitti, di un patrimonio che non è valorizzato. Non hanno rispettato nemmeno un punto, ma hanno solo aumentato le tasse». Infine l’esponente dell’opposizione ha detto che nel prossimo Consiglio comunale chiederà le dimissioni dell’assessore al Bilancio, Salvo Cilona: «Un assessore che presenta un piano di riequilibrio e viene bocciato dalla Corte dei Conti, se ha un minimo di dignità, si deve dimettere».

© Riproduzione Riservata

Commenti