Il sindaco di Taormina Eligio Giardina, in un recente Consiglio comunale
Il sindaco di Taormina Eligio Giardina, in un recente Consiglio comunale

Riunione a Palermo su Taormina Arte – Nel pomeriggio di ieri il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, si è recato a Palermo per parlare con l’assessore regionale al Turismo, Cleo Li Calzi, di Taormina Arte e dei prossimi passi che dovranno essere compiuti per la trasformazione da Comitato in Fondazione. È stata una riunione interlocutoria, dove sono state avanzate delle ipotesi che verranno rese note probabilmente durante la giunta regionale fissata per lunedì 21 settembre. Altro tema affrontato è stato quello riguardante la costituzione del Parco di Naxos, che nelle ultime settimane, a Taormina, ha suscitato diverse polemiche nella classe politica. Taormina, Giardini Naxos e Francavilla di Sicilia si ritroveranno unite dal Parco di Naxos. Un qualcosa che è stato accolto con entusiasmo nei comuni limitrofi e meno nella Perla dello Jonio, come si è potuto apprendere dalle recenti dichiarazioni in Consiglio comunale da parte di alcuni esponenti dell’opposizione.

Le percentuali – Secondo questa convenzione, a quanto pare, il 30 per cento di incassi dal Teatro antico andrà alla città di Taormina e si deve aggiungere il 10 per cento dei biglietti degli spettacoli serali. Infine il 70 per cento non andrà alla regione, bensì al Parco di Naxos di cui Taormina è il comune capofila. Il sindaco Eligio Giardina, per quanto riguarda l’argomento e in risposta a chi diceva che non ha tutelato gli interessi della città, ha dichiarato che «non ho svenduto niente, ma al contrario ho valorizzato la città».

© Riproduzione Riservata

Commenti