Valentina Vezzali
Valentina Vezzali

Per la prima volta l’eleganza del fioretto e la tecnica della spada si sfideranno nella cornice straordinaria del teatro antico di Taormina. L’evento unico, “Italia-Resto del mondo”, ultima tappa dell’iniziativa “Sport @Expo” promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal CONI, è un’operazione di grande rilievo dal punto di vista promozionale per uno sport nobile, ma sempre coperto a livello mediatico, come tanti altri sport, dal calcio. Alcuni dei più bei luoghi della penisola sono stati scelti per valorizzare un progetto che fonde in maniera intrigante sport, spettacolo e arte, con la partecipazione di atleti di caratura mondiale che consentiranno di attirare l’attenzione del grande pubblico sul progetto, sulle bellezze architettoniche e paesaggistiche del Paese e sulle sue eccellenze sportive. Il Teatro Antico sembra il palcoscenico ideale per la chiusura di un percorso che valorizza le bellezze del nostro paese e le bellezze di un gesto atletico, antico e moderno, quasi tecnologico che racchiude i significati profondi simbolici e anche culturali che si respirano da sempre nell’intreccio delle spade.

La scherma ha sempre rappresentato un bacino quasi inesauribile di medaglie, e Valentina Vezzali, una delle sue più alte rappresentanti, è l’azzurra più medagliata dello sport italiano. Per tre volte campionessa olimpica individuale, ha all’attivo complessivamente 6 medaglie d’oro, 1 d’argento e 2 di bronzo.

Ai Campionati del Mondo, poi, ha vinto, tra prove individuali e a squadre, complessivamente 16 medaglie d’oro, 2 d’argento e 4 di bronzo. La Vezzali guiderà la sfida del dream team azzurro di fioretto femminile, e insieme a Elisa Di Francisca, Arianna Errigo e Martina Batini, incroceranno i ferri con la squadra del resto del mondo formata dalla tunisina Ines Boubakri, già bronzo a Kazan2014, la francese Ysaora Thibus, la statunitense Nzigha Prescod e la quotata tedesca Caroline Golubytskyi, vicecampionessa del Mondo 2013.

L’altro assalto che comporrà l’evento sarà quello della spada maschile tra l’Italia, formata da Enrico Garozzo, Marco Fichera, Andrea Santarelli e Gabriele Cimini, che si opporrà alla compagine del “resto del Mondo” composta dal campione del Mondo 2015, l’ungherese Geza Imre, il campione africano, il senegalese Alexandre Bouzaid, il bronzo olimpico di Pechino2008, lo spagnolo Jose Abajo ed il colombiano, Andres Felipe Campos Zarate, argento a squadre ai Giochi Centro Americani e del Caribe 2014.

All’eleganza e alla bellezza del gesto atletico si aggiungerà lo spettacolo della danza con due momenti suggestivi ispirati a due elementi naturali, l’aria ed il fuoco, curati dal regista siciliano Guglielmo Ferro. Sul palco saliranno artisti di fama internazionale quale i danzatori del gruppo “’Mnais”, vincitori di tre edizioni consecutive dello Street Fightes World Tour, i danzatori del fuoco della compagnia “Joculares” e gli acrobati dell’aria, protagonisti dei più importanti eventi performativi mondiali, del gruppo “Le Molecole”. Il momento di spettacolo vivrà anche degli straordinari effetti grafici a cura dei “Mammasonica Grafica”, vincitori di vari premi europei.

Gli atleti incontreranno i rappresentanti dei media presenti a Taormina, nel corso di una conferenza stampa convocata per le 17.30 di oggi venerdì 18 settembre 2015, presso il Diamond Hotels & Resort a Giardini Naxos, prima di dare il via alla sfida alle 21,00.

Due modi diversi di utilizzare il corpo. L’arte performativa della danza, che non a caso è anche uno sport, e lo sport della scherma, che è anche sintesi di coreografica di un balletto, entrambe attività documentate tra le attività primordiali dell’uomo nella danza, le quali mirabilmente si fonderanno tra le pietre del Teatro Antico della perla dello Ionio.

© Riproduzione Riservata

Commenti