Sindaco di Taormina Eligio Giardina
Sindaco di Taormina Eligio Giardina

«Se ci sono le condizioni di sicurezza la scuola andrà aperta, altrimenti troveremo altre soluzioni» – L’ultimo a prendere la parola, questa mattina durante la manifestazione di protesta dei genitori per la situazione in cui versa la scuola Ugo Foscolo, è stato il sindaco Eligio Giardina. All’interno dell’Aula consiliare il primo cittadino ha fatto il punto della situazione, ricordando che il problema è stato causato da un nubifragio: «Partiamo da un dato di fatto concreto, un problema meteorologico ha creato dei problemi nella scuola, come accade in tutta Italia e in seguito c’è stata un’ordinanza di chiusura delle scuole». Il sindaco Giardina ha tenuto a sottolineare che «la formazione scolastica è un punto fermo per me e la mia amministrazione comunale. Ribadisco che faremo in modo che i nostri ragazzi possano andare a scuola nella massima sicurezza e tranquillità. Se ci sono le condizioni di sicurezza la scuola andrà aperta, altrimenti troveremo altre soluzioni». Già, ma quali sono i prossimi passi da percorrere?

Domani, alle 12, nuovo incontro in comune – Il primo cittadino di Taormina ha detto che nelle prossime ore leggerà «le relazioni dell’ufficio tecnico, ma i ragazzi senza scuola non rimarranno anche a costo di requisire degli edifici esistenti». A questo punto i genitori hanno applaudito il sindaco, perché l’idea più diffusa in Sala consiliare era proprio quella di utilizzare l’edificio delle suore francescane in cui fino a pochi giorni fa si trovavano i Maristi. Staremo a vedere se sarà un’opzione praticabile. Servirà parlare con le suore francescane e probabilmente occorrerà mettersi in contatto con la responsabile che si trova a Roma, ma in caso di risposta contraria il sindaco potrebbe emettere un’ordinanza e decidere di requisire la struttura per non far perdere altri giorni di scuola ai bambini e ai ragazzini della scuola Ugo Foscolo. Si attendono novità e qualcosa in più si saprà domani, quando alle ore 12 ci sarà un incontro in comune tra l’amministrazione comunale e i rappresentanti d’istituto.

«Taormina è stata scippata della possibilità di utilizzare la Vittorino da Feltre» – L’imperativo categorico è trovare una soluzione in breve tempo. Un passaggio fondamentale, a tal proposito, sarà quello di leggere le relazioni degli uffici tecnici. Solo dopo si potrà assumere una decisione sulla vicenda Ugo Foscolo. Al di là di tutto ciò, il sindaco ha voluto tranquillizzare i presenti: «Non posso permettere di far andare i ragazzi in un edificio non agibile. Ricordiamoci che in passato Taormina è stata scippata della possibilità di utilizzare la Vittorino da Feltre». Il timore del sindaco è che anche la scuola Ugo Foscolo faccia la stessa fine, dunque si attende la relazione dei tecnici prima di prendere una decisione: «Rischiamo di far fare la stessa fine alla Ugo Foscolo».

© Riproduzione Riservata

Commenti