L’appuntamento è per il 2 e 3 ottobre presso il Convento delle suore francescane missionarie di Maria, in via Pirandello. Un evento che si svilupperà in due giornate e porrà al centro dell’attenzione il metodo Essentis. In questo contesto l’approccio al paziente è olistico, ovvero è considerato nella sua globalità e complessità. Il paziente, di volta in volta, deve frequentare i diversi step della terapia nei quali la sua postura, il suo handicap e i suoi sintomi sono analizzati e valutati da diversi membri dell’equipe. È in questo modo, secondo gli esperti del settore, che si potrà creare un programma personalizzato. In tutto ciò, vale la pena ricordare che anche i genitori vengono formati per consentire la continuazione del programma terapeutico dei loro figli a casa. In sostanza si tratta di un metodo per pazienti con lesioni celebrali, quelli che hanno difficoltà di sviluppo motorio a seguito di traumi neonatali, coloro che sono afflitti da turbe neuro-muscolari e coloro che hanno lesioni del midollo spinale e spina bifida.

Tra i pionieri di questo trattamento c’è il dottore Igor Nazarov, che in Spagna è stato un precursore nell’uso della miotenofasciotomia selettiva e chiusa per l’eliminazione delle retrazioni muscolari in pazienti con paralisi celebrale o che hanno sofferto lesioni cranioencefalico o conseguenze di tumori cerebrali. Il dottor Nazarov vanta, fino a oggi, 7 mila interventi in oltre 22 anni di carriera. A quanto pare dal punto di vista chirurgico non dovrebbero esserci interventi invasivi e non dovrebbe cambiare la struttura anatomica dei tessuti. Si tratta di 30 minuti di intervento. Le incisioni sono percutanee. Si parlerà di questo e di tanto altro alla conferenza del 2 e 3 ottobre a Taormina. Saranno presenti il professore Frederic Guez, ordinario presso il Coe di Parigi e direttore del centro metodo Essentis, che presenterà il suo metodo di neuroriabilitazione pluridisciplinare; il dottor Igor Nazarov, medico chirurgo ortopedico presso il Policlinico di Barcellona; il direttore responsabile  Genomic Genetics International Barcellona, Aleix Serrahima. Per l’occasione ci sarà l’opportunità di effettuare delle visite gratuite con il professore Guez, il dottore Nazarov e tutta l’equipe Essentis.

© Riproduzione Riservata

Commenti