Mazzeo Chiesa Sant'Antonio
Mazzeo, Chiesa Sant'Antonio

Il Movimento Cinque Stelle di Taormina pone la propria attenzione sulla frazione di Mazzeo. «Consci delle priorità che il Comune di Taormina dovrà affrontare dopo il nubifragio che ha investito il nostro amato paese lo scorso 9 settembre, il Meetup Taormina continua a farsi portavoce delle insofferenze della comunità. Con lettera inviata all’amministrazione comunale, vogliamo porre l’attenzione sulle problematiche mai risolte nella frazione di Mazzeo». Gli stellati affermano che «la località marina è presa in considerazione soltanto nel periodo delle elezioni con promesse che puntualmente non vengono mantenute. Parliamo del sistema fognario, della ringhiera di protezione da anni esposta alle intemperie. La nostra frazione non gode di attrazioni turistiche al di fuori del meraviglioso mare, manifestazioni che possono produrre un indotto economico e culturale. Quest’amministrazione come le precedenti, non valorizza l’ultima spiaggia libera della città».

I grillini pensano ad alcuni aspetti ben precisi per valorizzare la zona: «Pulizia programmata, ammodernamento, creazione di strutture per la discesa a mare per i disabili, cestini per la raccolta differenziata o docce pubbliche. La delusione dei residenti, che oggi mettiamo in evidenza, vede l’installazione da parte della società Enel S.p.A. di una cabina elettrica di fronte alla chiesa di Sant’Antonio, costruzione dei primi del ‘900 che dal 2005 è stata donata a Taormina. La chiesa ad alto valore culturale, per motivi non chiari è stata messa in sicurezza ed abbandonata a se stessa». Dopo le sollecitazioni in questi mesi di BlogTaormina, anche il Movimento Cinque Stelle della Perla dello Jonio torna su un argomento molto sentito in città.

Il Meetup, infine, «chiede a chi di dovere di attivarsi per lo spostamento della struttura privata in un luogo più idoneo e la riqualificazione dell’ex struttura religiosa».

© Riproduzione Riservata

Commenti