Ovicaprini
Foto di archivio

Il 30 luglio del 2015 avevamo segnalato che il comune di Taormina aveva ordinato il sequestro dell’allevamento di Salvatore Elia Mandri, che possiede un’azienda in contrada Mastrissa, in quanto il responsabile del Servizio sanitario veterinario dell’Asp di Messina, distretto di Taormina, aveva segnalato un ovicaprino affetto da brucellosi.

A distanza di qualche settimana è arrivata la revoca a quell’ordinanza, perché il responsabile del Servizio Veterinario della Asp di Messina, distretto di Taormina, ha fatto sapere che sono «cessati i requisiti per il sequestro e vincolo sanitario dell’allevamento del signor Salvatore Elia Mandri». Nessun problema, dunque, nell’allevamento di ovicaprini situato in contrada Mastrissa che si conferma completamente sano.

© Riproduzione Riservata

Commenti