Museo tradizioni popolari.
Museo Siciliano di Arti e Tradizioni Popolari

L’inaugurazione del Museo è prevista per il 3 settembre alle ore 19. Dopo mesi di lavori, ecco che l’assessore alla Cultura, Mario D’Agostino, ha annunciato l’imminente apertura del sito museale. Il Museo Siciliano di Arti e Tradizioni Popolari, istituito nel 1997 fa parte dei musei etno-antropologici della provincia di Messina e dell’intera Sicilia. Inaugurato a Palazzo Corvaia nel dicembre del 1999, oggi raccoglie oltre 430 opere, tutte catalogate che forniscono al visitatore una visione completa della produzione artigianale siciliana tra il 1600 ed il 1900. Il Museo Siciliano di Arte e Tradizioni Popolari di Taormina sarà una struttura permanente che esporrà reperti della cultura figurativa e dell’artigianato artistico dei Siciliani. Scopo fondamentale del Museo sarà di recuperare e rendere fruibile al pubblico pezzi pregiati di artigianato artistico ed oggetti d’uso comune, arte pastorale, sculture lignee devozionali, arte sacra e profona, oggetti votivi, oggetti artistici anche in materiali preziosi, presepi, ceramiche, statuette antropomorfe e prosopomorfe, elaborati pezzi di carretto siciliano, filati, costumi e ricami, etc.

Il Museo Siciliano di Arte e Tradizioni Popolari di Taormina raccoglie opere per la maggior parte provenienti dalla collezionate dall’antiquario Giovanni Panarello, ma anche da alcuni collezionisti privati. Le opere museali sono suddivise 14 sezioni per area tematica. Dopo un iter che ha avuto inizio nell’anno 2002, la Collezione Panarello è stata acquisita dal Comune di Taormina nel 2006. Gli oggetti, sono di altissimo pregio artistico e storico tanto da indurre l’assessorato regionale e la Soprintendenza di dichiararla di interesse etno-antropologico e di sottoporre alcuni lotti sotto vincolo. Oggi la nuova location dell’ex chiesa San Francesco di Paola di fine XIV, dopo un accurato progetto approvato dalla Soprintendenza di Messina, accoglie l’intero museo e contribuisce con il suo ambiente, solenne e contemplativo, ad arricchire l’offerta culturale ai tanti turisti ma anche a tanti appassionati dell’arte.

Secondo l’Assessore alla cultura Mario D’Agostino, «il Museo Siciliano di Arte e Tradizioni Popolari rappresenta una importante testimonianza dell’arte e cultura della nostra terra. E’ un progetto che parte da lontano , e grazie alla fondamentale collaborazione tra Enti ed all’intenso lavoro degli uffici oggi diventa una realtà di grande interesse. Naturalmente, un ringraziamento particolare va agli eredi Panarello e a quanti hanno consentito che questo percorso diventasse un prezioso risultato per la nostra comunità».

© Riproduzione Riservata

Commenti