Alessandro Costantino, Il capogruppo di Giardini Naxos Bene Comune
Alessandro Costantino, capogruppo di Giardini Naxos Bene Comune

Il capogruppo di Giardini Naxos Bene Comune, Alessandro Costantino, ha risposto al vicesindaco Carmelo Giardina in merito alla questione dei costi delle tariffe degli impianti sportivi: «Quando il vicesindaco del comune di Giardini Naxos afferma che “i costi delle tariffe degli impianti sportivi sono gli stessi di sempre e sono stati stabiliti da una delibera del 4 giugno 2014 con la quale si definivano i medesimi importi che il consigliere Costantino approvava in sede di Consiglio Comunale già all’epoca”, mi sembrano doverose alcune precisazioni: prima di tutto è bene notare che la delibera citata dal vicesindaco è una delibera di “Giunta Municipale”  riguardante il tasso di copertura dei costi dei servizi a domanda individuale; nello scorso mandato elettorale facevo parte del Consiglio Comunale e non della Giunta, e ritengo che la distinzione tra Giunta e Consiglio debba essere chiara ad un vicesindaco. Continua il vicesindaco dicendo che io avrei approvato quelle tariffe in sede di Consiglio Comunale, circostanza questa che non ha nessun fondamento, in quanto, e mi ripeto, è la Giunta che stabilisce le tariffe e non il Consiglio».

«Volendo fare uno sforzo di comprensione dell’arguto ragionamento del vicesindaco, prosegue Costantino, egli vuole forse dire che, avendo approvato il Bilancio di Previsione, implicitamente avrei approvato le tariffe. Se così fosse, dovrebbe capire il vicesindaco che in Bilancio viene riportato il gettito previsto dalla partecipazione dell’utenza a quel servizio a domanda individuale, ma non le tariffe che la giunta stabilisce con un provvedimento propedeutico all’approvazione del bilancio di previsione. Volendo ancora considerare che a questo si riferisse il vicesindaco, sarebbe evidente come egli si sia avventurato in dichiarazioni a mezzo stampa senza nemmeno leggere la mia interrogazione, altrimenti il vicesindaco avrebbe facilmente capito che non metto in discussione l’ammontare delle entrate, ma le tariffe che, come scrivo, sono eccessive rispetto alle cifre, tutto sommato esigue, che il Comune intende incassare per l’utilizzo degli impianti sportivi. Considerando che il vicesindaco è anche l’assessore alla trasparenza, dovrebbe spiegarmi perché una interrogazione urgente presentata il 13/08/2015, a tutt’oggi non ha ancora ricevuto alcuna risposta, invece di avventurarsi in goffi tentativi di dimostrare la mia incoerenza; faccio volentieri a meno delle lezioni di coerenza di chi si è opposto per anni al Sindaco Lo Turco e oggi si ritrova a fargli da vice».

© Riproduzione Riservata

Commenti