Concetta De Pasquale

Nella giornata di martedì 25 Agosto, alle ore 19, presso gli spazi espositivi del Palazzo dei Duchi di Santo Stefano di Taormina, si inaugurerà la personale di pittura dell’artista Concetta De Pasquale intitolata Ricette per la vita. Le opere resteranno esposte fino al 13 Settembre 2015. L’evento è promosso dalla Fondazione Mazzullo e dall’assessorato alla Cultura del comune di Taormina. Nella mostra Ricette per la vita, la pittrice espone una serie di opere su carta che vogliono essere, nel senso più ampio e metaforico, spunto di riflessione sul nutrimento alla nostra esistenza. Le opere sono raccolte in poche tematiche come ingredienti di ricette sapienti. Tra gli alimenti per allestire il banchetto della propria vita, la pittrice propone il Viaggio: «viaggi fisici e mentali che forniscono nutrimento alla nostra anima e che ci fanno sentire parte viva nella nostra dimensione di esseri umani». Concetta De Pasquale attraverso i suoi Taccuini di viaggio ci narra di viaggi per mare tra le Isole del Vento e viaggi vicini tra le cose di tutti i giorni, in tandem con le esperienze di viaggio terrestre e intergalattico dello scrittore Luigi Gallo nel suo libro Zingari della galassia.

Il respiro della natura è un’altra ricetta consigliata dalla pittrice che nei corpi dell’aria, dell’acqua e della terra delle sue grandi carte, rintraccia gli elementi indispensabili alla nostra vita e al nostro nutrimento, riconducendoci alla Natura che genuinamente ci alimenta. Scrive Jenny Gioffrè nella presentazione in catalogo: «L’Anima trae nutrimento dalla vita naturale. Le immagini della De Pasquale esprimono un abbraccio tra dentro e fuori, tra la natura dentro di noi e la Natura fuori di noi. L’abbraccio può essere dissolutivo, colore e carta divengono tutt’uno così come l’oggetto percepito e l’emozione che suscita. I contorni slabbrati, i confini sfumati degli elementi e le sfumature tonali ben esprimono la permeabilità di questo abbraccio, in cui la Natura si riappropria di noi, e noi in lei dello spirito». Nella serie delle grandi carte Ascoltando il Ventre-Cuore, la pittrice invece entra in contatto con la parte più intima e primordiale di se stessa: «è attraverso lo sguardo interiore che si scoprono i sentimenti più profondi e inaspettati. Non è facile lasciarsi andare al sentire interiore annullando la mente che tende ad imporsi in ogni nostra azione. E’ solo dipingendo che riesco ad abbandonare la mente lasciandomi andare al mio istinto che in maniera creativa manifesta i veri desideri dell’anima».

Con questa mostra Ricette per la vita, “condite“ non a caso da brani dello scrittore Luigi Gallo, l’artista ci restituisce la sensazione di umanizzazione di cui abbiamo bisogno per poter continuare a trovare nutrimento nella nostra galassia, scrive ancora Jenny Gioffrè: «Le cose non parlano più all’uomo, la sua relazione immediata con la natura è perduta e l’energia emotiva che essa generava è sprofondata nell’inconscio. Questa energia ritorna significante con le impronte della De Pasquale, la Natura torna vissuta e solcata dal contatto umano».

© Riproduzione Riservata

Commenti