Nella giornata di ieri, prima della proiezione dell’ultima pellicola che ha concluso il concorso dei Filmmaker Sicilia, l’assessore regionale al Turismo, Cleo Li Calzi, ha preso la parola per sottolineare l’importanza che le istituzioni siciliane conferiscono, dal suo punto di vista, al mondo del cinema. «La mia presenza vuole sottolineare l’importanza che le istituzioni regionali danno al Festival, ma non solo. Il film “Alicudi nel vento” è co-prodotto con la regione siciliana. È un film che racconta la Sicilia. Ormai diamo una grande importanza a questo sistema e così abbiamo costituito l’ufficio speciale per il cinema e l’audiovisivo che mette a sistema tutto ciò che si può realizzare attraverso il mondo cinematografico».

Questo ufficio, tra i vari compiti, avrà anche «quello di supportare il governo nella redazione di un testo di legge che valorizzi il mondo del cinema per farlo diventare una leva portante. Questi film devono essere ambasciatori della Sicilia nel mondo, che non deve essere soltanto una terra di location per il cinema, ma anche una produzione di competenze per il cinema». Infine l’esponente della giunta guidata da Rosario Crocetta ha precisato che vorrebbe «far diventare la Sicilia una terra significativa per lo sviluppo del cinema».

© Riproduzione Riservata

Commenti