Non mi avventuro mai in analisi politiche perché non è il mio mestiere e perché non ho mai subìto il “sacro fuoco” della politica. Ma da ospite della Vostra bella città non posso fare a meno di notare che sarebbe opportuno installare all’ingresso della mura un bel cartello “TAORMINA CITTA’ DEL RICICLO”. Ed è infatti il riciclare che sembra essere il leitmovit di questi tempi. Un piano per differenziare la raccolta rifiuti e, quindi, per riciclare quanto è riutilizzabile o reimpiegabile, attività meritoria tendente a trasformare un costo come è quello della raccolta dei rifiuti, in una risorsa, sia in termini di vivibilità della città, sia in termini di reimpiego di risorse.

Ma anche i teloni che schermano le numerose impalcature presenti in città sembrano essere frutto di una attenta opera di riciclo (notare come io eviti accuratamente il sostantivo “riciclaggio” … riciclo lo trovo più prudente!). Piuttosto che nuovi teloni, uniformi nelle dimensioni e nel colore, ovvero impreziosite da immagini che riproducono la facciata del palazzo oggetto della ristrutturazione (come usa fare nelle altre città che vivono di turismo e che credono nel concetto di decoro urbano) è meglio riciclare vecchi teloni, magari dismessi da altri cantieri … dopotutto le svolazzanti bandiere a cui assomigliano non danno forse il senso ai crocieristi di essere sotto il Gran Pavese di una grande nave attraccata poco fuori Isola Bella?

Ed infine la più inattesa e per questo più eclatante operazione di riciclo: quella degli assessori. Perché ricorrere nella terza giunta a nuovi assessori? Magari avrebbero portato una ventata di novità, ovvero avrebbero potuto essere scelti per le loro specifiche conoscenze, quelle conoscenze che sarebbero state il fondamento per l’assegnazione delle deleghe. No… meglio il riciclo! Vuoi mettere la convenienza di un usato sicuro; uno o più assessori della prima giunta. Dopotutto conoscono gli uffici, i dipendenti comunali, sanno preventivare il ritardo con cui iniziano le giunte… e poi c’è un ulteriore vantaggio: ad ogni assessore riciclato corrisponde un esponente dell’opposizione riciclato… A Taormina nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si ricicla!

© Riproduzione Riservata

Commenti