Asia Argento, Eligio Giardina e Tiziana Rocca - serata di apertura del 61° Taormina Film Fest

L’aria che si respira a Taormina – È iniziata la 61esima edizione del Taormina Film Festival. Il Palazzo dei Congressi ha ospitato i primi incontri e c’è stato un continuo via vai di giornalisti e pubblico che hanno fotografato le star che si sono susseguite nella prima giornata della kermesse cinematografica. Molta gente passeggiava sul corso con il pass del Festival e là si capiva l’aria che si è iniziata a respirare in queste ore in città. Le luci si sono accese su Taormina e non si spegneranno prima del 20 giugno. A fare gli onori di casa è stata Asia Argento, madrina di questa edizione del Festival. Poi si sono susseguiti Rosario Dawson e Abrima Erwiah, Claudio Bisio, Claudio Santamaria, Claudia Gerini, Paolo Del Brocco, Daniel Frigo, Peter Debruge e Nastassja Kinsky. “Quando esce Rosario Dawson”, chiedeva un ragazzino sull’uscio dell’ingresso del Palazzo Corvaja che attendeva un autografo e magari una foto insieme all’attrice di New York. È questo il clima che si percepisce nella Perla dello Jonio. E del resto quando si incrocia una diva come la Dawson, che ha lavorato con registi del calibro di Oliver Stone, non potrebbe essere altrimenti.

Eligio Giardina: «E’ il Festival del miracolo» – In un contesto del genere, nell’eterno scenario del Teatro greco, è avvenuta la proiezione speciale del film, in versione originale sottotitolata, di “Inside Out”, il nuovo film Disney-Pixar, diretto dal regista premio Oscar Pete Docter (Monsters & Co., Up), prodotto da Jonas Rivera (Up) e con le musiche composte da Michael Giacchino, che uscirà negli Stati Uniti il 19 giugno e in Italia il 16 settembre. Mamme e papà hanno accompagnato i bambini a vedere la novità d’animazione firmata Disney, un marchio di garanzia e unicità anche in questi tempi di grandi cambiamenti. Il pubblico era quello delle grandi occasioni e prima della proiezione della pellicola del regista Pete Docter, il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, ha aperto ufficialmente la serata con un discorso. «È un orgoglio per me dare inizio a questa 61esima edizione del Taormina Film Festival», ha dichiarato il primo cittadino. Giardina ha parlato di «Festival del miracolo, perché nei mesi di ottobre, novembre e dicembre avevamo capito che era impossibile svolgere la kermesse cinematografica per problemi economici».

«Felice che sia tornato al centro del palcoscenico il concorso tra i film» – Ma in quel momento, ha raccontato il sindaco, è avvenuta la svolta per mettere di nuovo in piedi il Taormina Film Festival. «Da quell’istante in poi, io e Tiziana Rocca, ci siamo seduti intorno a un tavolo e quando un ente pubblico “sano” lavora fianco a fianco di un ente privato “sano” può nascere qualcosa di importante». Eligio Giardina ha elogiato il lavoro svolto dalla General manager del Festival, Tiziana Rocca, che «ha creduto in Taormina, ha saputo vendere il brand Taormina e ha organizzato questo Festival del Cinema internazionale». Come è noto, infatti, si tratta di una manifestazione low cost e nonostante tutto non mancano i grandi artisti nazionali e internazionali, per non parlare del concorso cinematografico. Proprio per questi motivi, il sindaco Giardina ha sottolineato l’intuizione della Rocca: «Devo ringraziare Tiziana Rocca per le sue intuizioni». Infine il primo cittadino si è soffermato sul concorso, ci sarà un concorso internazionale e il concorso Filmmaker in Sicilia, e ha ribadito l’importanza di aver riportato al centro del Festival il momento principale ed essenziale della manifestazione: «Un Festival senza concorso, che Festival è? Sono felice che sia tornato al centro del palcoscenico il concorso tra i film».

© Riproduzione Riservata

Commenti