Sergio Rubini
L'attore e regista Sergio Rubini

L’attore e regista della provincia di Bari è l’esatto opposto di Lino Banfi. Lo è dal punto di vista fisico, basta guardare la folta chioma di Rubini e la storica pelata del nonno più famoso d’Italia, ma le dicotomie si scorgono anche nella recitazione e nella preparazione culturale. Senza nulla togliere a Lino Banfi, che riesce a tenere incollati al piccolo schermo milioni di italiani, Sergio Rubini ha doti da grande attore e interessante regista. Le origini sono umili: figlio di un capostazione (un ruolo simile, seppur da pensionato, a quello che Lino Banfi interpretava nella fortunata serie tv “Un medico in famiglia”), ha frequentato per due anni a Roma l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico che ha abbandonato dopo due anni. Nonostante ciò, è riuscito a lavorare in teatro con grandi registi come Gabriele Lavia ed Enzo Siciliano. Un successo, per alcuni versi, arrivato in ritardo in quanto in un preciso momento storico molti produttori preferivano il pugliese Lino Banfi a tutti gli altri.

Ma adesso i tempi sono cambiati. Negli anni ‘90 è avvenuta la svolta dopo aver conosciuto l’autore e sceneggiatore Umberto Marino e la consacrazione definitiva si è materializzata con la compagna di lavoro e di vita Margherita Buy e il regista Gabriele Salvatores che con “Nirvana”, “Denti” e “Amnesia” ha contribuito a un’ulteriore crescita di Sergio Rubini. Nella 61esima edizione del Taormina Film Festival, piena zeppa di grandi star di Hollywood, non può passare in secondo piano uno dei più talentuosi attori del cinema italiano. Sergio Rubini sarà presente nella Perla dello Jonio il 20 giugno, data in cui presenzierà a un Campus con Andrea Miccichè, Presidente di NuovoIMAIE.

© Riproduzione Riservata

Commenti