Nino Raneri - Foto/blogTAORMINA ©2015

«Il centro urbano è nel degrado più assoluto» – Il capogruppo di “Democrazia e Libertà”, Nino Raneri, torna a criticare l’azione dell’amministrazione comunale di Castelmola e questa volta ha messo in evidenza la situazione riguardante il rispetto del territorio e la conseguente accoglienza turistica. «Il centro urbano è nel degrado più assoluto riguardo alla cura delle aree a verde, delle aiuole e della zona adiacente la scalinata che conduce al Castello. Al posto di fiori e piante si vedono sterpaglie ed escrementi di animali. Erbacce e detriti invadono i vari percorsi naturalistici. Tutte le strade rotabili del territorio, e non parliamo delle mulattiere, oltre alle buche che si allargano sempre di più, sono a rischio per la folta vegetazione di erba ormai secca, rovi, ferle e arbusti di ogni genere».

«L’estate è arrivata e il rischio roghi e incendi è dietro l’angolo» – L’esponente dell’opposizione consiliare mette in evidenza una situazione che, secondo il suo punto di vista, è diventata insostenibile: «Le curve hanno la visibilità completamente ostruita, per cui gli abitanti delle contrade e i turisti rischiano incidenti». La preoccupazione principale è dettata dall’imminente inizio della stagione estiva e la possibilità di assistere ai soliti incendi stagionali: «L’estate è ormai arrivata e fa presagire roghi e incendi di vasta portata». Infine il consigliere comunale Nino Raneri ha puntato il dito contro il sindaco di Castelmola, Orlando Russo, e con ironia ha affermato: «Viva il rispetto per l’ambiente che ha questo sindaco e viva l’accoglienza in uno dei Borghi più Belli d’Italia. C’è solo da vergognarsi di fronte a tanta incuria».

© Riproduzione Riservata

Commenti