L’Associazione imprenditori di Taormina attacca la giunta comunale e lo fa tramite un comunicato stampa. Le critiche sono giunte dopo la presentazione del Taormina Film Fest 2015 a Cannes, dove non è intervenuto nessun componente dell’amministrazione Giardina. «Spiace sottolineare che all’evento non ha presenziato ne il sindaco ne alcun componente dell’amministrazione. Evidentemente, questa assenza è il sintomo della poca considerazione che si conferisce alla kermesse e, più in generale, l’ennesima dimostrazione della scarsa percezione del ritorno economico e pubblicitario per Taormina di certi eventi se gestiti in modo serio e consapevole. Allo stesso modo, appare di tutta evidenza che i commercianti ed in generale gli imprenditori che noi rappresentiamo, gradirebbero, da parte della classe politica, un impegno fattivo e visibile su iniziative concrete e di interesse comune con riflessi immediati e diretti sul territorio, invece di assistere a un infinito dibattito sulla rimodulazione della giunta che ha creato solo immobilismo e demotivazione».

Gli imprenditori di Taormina, inoltre, reputano «timido» il documento tramite il quale si è espresso «parer non favorevole» sull’installazione di una piattaforma galleggiante nella Riserva naturale “Isola Bella”. «Perché mai e poi mai è accettabile che una notizia del genere, come la posa in mare di un corpo altamente invasivo del simbolo, che insieme al Teatro antico, più ci rappresenta nel mondo, possa passare quasi sotto silenzio e andare alla ribalta solo grazie all’intervento delle associazioni di categoria?». La parola chiave per gli imprenditori per la Perla dello Jonio è «autorevolezza»: «Solo l’autorevolezza e non altro può impedire che all’interno del Teatro Greco, per cui si paga un biglietto di 8 euro, all’improvviso, senza comunicazione alcuna, si precluda inopinatamente una parte di esso alle visite, a causa di una mostra, per cui è previsto un ulteriore pagamento di 2 euro. Un fatto a dir poco increscioso. Oramai siamo costretti a subire di tutto come l’imposizione di una programmazione di spettacoli nel periodo estivo dove la città di Taormina arriva al collasso senza neanche la possibilità di dire la nostra».

© Riproduzione Riservata

Commenti