La Procura di Palermo ha chiuso l’inchiesta sulle gestione spregiudicata dei fondi affidati ai gruppi parlamentari dell’Assemblea Regionale Siciliana e questa mattina i finanzieri del gruppo tutela spesa pubblica del nucleo di polizia tributaria hanno informato i 14 capigruppo della precedente legislatura della chiusura dell’indagine. C’è anche l’attuale sindaco di Santa Teresa di Riva, Cateno De Luca, che all’epoca era iscritto al partito “Forza del sud”. Gli altri sono Giulia Adamo (che ha diretto il gruppo Misto, il gruppo parlamentare Sicilia, il gruppo Futuro e libertà e il gruppo Udc), Nunzio Cappadona (Movimento popolare siciliano), Marianna Caronia (gruppo Misto), Antonello Cracolici (Partito Democratico), Nicola D’Agostino (Movimento per l’autonomia, Mpa), Cataldo Fiorenza (gruppo Misto), Nicola Leanza (Mpa), Innocenzo Leontini (Pdl), Raimondo Maira (Udc), Livio Marrocco (Futuro e libertà), Francesco Musotto (gruppo Misto), Salvatore Pogliese (Pdl), Paolo Ruggirello (gruppo Misto).

Erano 46 i milioni di euro destinati ai gruppi politici. Ma cosa avrebbero fatti i capigruppo con questo denaro? Secondo la Procura, Marrocco ha comprato una collezione di fumetti Diabolik, la Adamo una borsa Louis Vuitton per una supporter, bottiglie di vino pregiato, cravatte e carrè di seta Hermes. Il capogruppo del Pdl, Leontini, ha utilizzato i fondi del Parlamento regionale per pagare una multa di 51 euro, fatta con la sua auto privata. Ma anche per fare diversi regali comprati in gioielleria. Fiorenza, invece, utilizzava tre carte prepagate per le sue spese personali, che puntualmente si faceva ricaricare. Come riportato dal quotidiano “Repubblica”, in due anni ha sperperato quasi 31 mila euro di soldi pubblici per abiti, gioielli, acquisti al supermercato, in farmacia, ma anche giocattoli, mobili, massaggi, cene, pizze e bottiglie di vino. Panettoni e bottiglie di spumante sono state comprate in gran quantità dal gruppo Pd diretto da Cracolici. All’epoca furono spesi 31.834,59 euro durante il periodo natalizio. Maira, dell’Udc, ha speso 6.386 euro per 23 ceste natalizie e Pogliese, Pdl, ha pagato pure una rata dell’asilo del figlio con i fondi dei gruppi parlamentari.

© Riproduzione Riservata

Commenti