Il Liceo Caminiti di Giardini Naxos, insieme a Naxoslegge, ha festeggiato nella Giornata di oggi la giornata mondiale del libro, aderendo alla iniziativa nazionale “ioleggoperchè”. Dalle 11 alle 13, infatti, in tutte le classi gli studenti, coordinati dai professori, hanno realizzato delle maratone di lettura dal capolavoro di Stefano D’Arrigo, “Horcynus Orca”. La scelta di questo testo scaturisce dal dato che la scuola, insieme ad altre della città e della provincia, è stata coinvolta nel progetto, di cui Naxoslegge è partner, Il giorno dell’Orca, omaggio che la città di Messina, con il progetto “Le scalinate dell’arte”, tributa a D’Arrigo, a 40 anni dalla prima pubblicazione del suo capolavoro, con convegni, letture e performance, che vedono coinvolti vari luoghi della città.

Il direttore artistico di Naxoslegge, Fulvia Toscano, ha detto che «portare la lettura nelle scuole, tra i giovani, è uno degli obiettivi del nostro festival. Far conoscere grandi scrittori siciliani, a noi vicinissimi, anche geograficamente (si pensi, infatti che D’Arrigo nasce ad Alì Terme), è una sorta di necessità culturale, che deve sdoganare l’immagine, spesso , troppo provinciale della nostra isola, accostando i giovani a testi che hanno avuto ed hanno una portata universale, come, appunto, Horcynus Orca. A settembre, nel mese del festival a Giardini Naxos si tonerà a parlare di D’Arrigo e del suo romanzo, anche coinvolgendo il comune di Alì terme, riproponendo il format ora preparato per la città, con letture e confronti culturali, seguendo la cifra tipica della kermesse che consiste nel proporre una idea di cultura disseminata sui territori, una cultura in movimento che coinvolga più locations, in una virtuosa sinergia operativa con enti pubblici e privati e, soprattutto, con le scuole, che rimangono un punto di riferimento formativo del progetto di Naxoslegge.

© Riproduzione Riservata

Commenti