L’evento che si svolgerà dal 20 al 26 aprile, porrà al centro del progetto la bellezza con particolare riferimento ai risvolti etici ed estetici delle tematiche di riferimento. «Noto, con l’unicità del suo straordinario barocco, è il punto di riferimento del progetto, che mira a rendere la città luogo di produzione culturale, di incontro e confronto, con un coinvolgimento sempre più attivo dei cittadini, che partecipano come fruitori o parte integrante di interventi e laboratori per questa idea fortemente associativa nel promuovere e favorire la cultura e l’arte, che si vuole sempre più radicata nel tessuto del territorio».

All’evento saranno presenti poeti, artisti, musicisti, intellettuali, per sviluppare un confronto fra i diversi linguaggi espressivi, con attività e proposte per creare nuovi dialoghi, interazioni e contaminazioni, all’insegna di una ricerca sperimentale e innovativa. Grande attenzione sarà rivolta ai giovani. Molte attività, infatti, coinvolgeranno ogni scuola, senza perdere di vista lo scambio reciproco fra le specifiche competenze degli autori e gli interessi e le passioni delle diverse fasce d’età di un pubblico eterogeneo. Tra gli ospiti presenti ci saranno l’artista poliedrica e pluripremiata Luisa Mazza, il filosofo Massimo Cacciari, le storiche dell’arte Giovanna Alberta Campitelli e Francesca Gringeri Pantano, il compositore e direttore d’orchestra Marco Mencoboni, i poeti Claudio Damiani, Grazia Calanna, Luigi Carotenuto, i critici Roberto Galaverni e Francesco Napoli. E ancora l’offerta Musicale Ensamble, l’attrice e regista Emanuela Pistone, il violinista Danilo Pistone, il trombettista Daniele Zappalà, il sassofonista Nello Toscano, il contrabbassista Rino Cirinnà, i fotografi Pier Raffaele Platania, Viviana Nicodemo, l’attrice cantante Carmela Buffa Calleo.

© Riproduzione Riservata

Commenti