I finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno eseguito il sequestro preventivo di beni per oltre 550 mila euro nei confronti di Franco Molino, in qualità di titolare di una ditta individuale che gestiva la nota sala da intrattenimenti “Bingo Family” di Misterbianco. L’imprenditore (già noto alle cronache per la vicenda relativa al fallimento della sua impresa avvenuto nel 2014) non aveva versato l’Iva relativa all’anno 2012 né le ritenute fiscali dei propri dipendenti dall’anno 2010 al 2012, per un ammontare complessivo di oltre 550 mila euro e, proprio in relazione a tali vicende, era stato denunciato dall’Agenzia delle Entrate di Catania alla Procura della Repubblica etnea.

Di tale contesto (in linea con le previsioni contenute nell’Accordo di collaborazione recentemente siglato della Procura della Repubblica, l’Agenzia delle Entrate e la stessa Guardia di Finanza di Catania) era stato interessato il Nucleo di Polizia Tributaria di Catania che ha condotto mirati accertamenti orientati all’individuazione di beni da sottoporre a sequestro. Le indagini patrimoniali svolte dai finanzieri hanno, in particolare, consentito di accertare l’esistenza di numerose polizze assicurative intestate all’indagato, il cui sequestro, disposto dal Gip del Tribunale etneo, ha permesso di recuperare l’elevato debito tributario maturato.

© Riproduzione Riservata

Commenti