Il 23 aprile 2015 alle ore 10.30 presso l’Istituto Comprensivo di Taormina, il Presidente del Club UNESCO di Taormina Valli d’Alcantara e d’Agrò, Giuseppe Tindaro Toscano, in occasione della Giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore, presenta il romanzo di Ivano Luppino “Il bambino al cobalto” (Armando Siciliano Editore, 2013) relatori la scrittrice Marinella Fiume e lo stesso autore ed editore. All’evento saranno presenti il dirigente dell’istituto comprensivo, Carla Santoro, il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, la responsabile della manifestazione Lucia Esposito, la delegata del Club Unesco ai Beni Bibliotecari, Tanina Ambra e il moderatore della manifestazione Antonino Gullotta. Ivano Luppino è un dermatologo affermato. Vive, e lavora, tra Catania e Milano ed è responsabile nazionale per il dipartimento alta tecnologia della Società di dermatologia plastica.

Con “Il bambino al cobalto” è alla sua prima esperienza letteraria. Il suo libro racconta la storia di un bimbo che il dolore ha fatto compagnia per anni. Un bambino assoggettato alle ricerche terapeutiche più disparate e violente. Un bambino che ha avuto il privilegio della estrema unzione ma che malgrado la vicinanza all’Ade, malgrado la percezione dell’abbandono e della fine imminente, è riuscito a resistere con forza d’animo indicibile. Questo libro vorrebbe avere la missione di parlare ai lettori e consegnare un messaggio di reazione, di forza interiore, di fede nella certezza del Dio dei vivi. Un libro che testimonia la vittoria sulla rassegnazione, sull’abbandono alla disperazione. «Racconto assolutamente autobiografico» – spiega l’autore – che svela la storia di Ivano da piccolo con le parole di un adulto. «Ho voluto mettere su carta, tentando di essere il “verista” possibile, ciò che gli accadimenti sul corpo e la mente di un bambino possono lasciare come strascichi nella vita futura».

© Riproduzione Riservata

Commenti