Bienvenu! Questa mattina, nel salone del vascello del municipio di Riposto, il sindaco Enzo Caragliano, insieme all’assessore ai Lavori pubblici, Francesco Grasso, ha ricevuto una delegazione di studenti francesi del liceo Agrario “De Cibeins” di Miserieux (Rhone Alpes) ospiti dell’istituto Commerciale “Pantano” di Riposto, nell’ambito di un progetto di scambi interculturali tra scuole europee. Si tratta di una di quelle iniziative che fanno percepire ai ragazzi il senso di essere cittadini europei. Erano presenti la referente del progetto del Commerciale, la docente di lingue, Pina Valastro e le due docenti francesi che hanno accompagnato i 20 studenti di IV e V del liceo Agrario di Miserieux, Anne Madoui e Graziella Pirò. Gli studenti rimarranno a Riposto per circa una settimana e la visita sarà ricambiata  dagli alunni ripostesi dal 4 all’11 maggio prossimo.

Gli studenti francesi, in questi giorni di permanenza nel territorio ripostese,  si recheranno in visita presso alcune aziende agricole della zona; in programma per domani anche una suggestiva gita in barca grazie alla collaborazione tra l’istituto Commerciale di Riposto, l’amministrazione comunale e la Lega Navale di Riposto. Il sindaco Caragliano ha consegnato alle due docenti francesi, in rappresentanza della delegazione scolastica, un gagliardetto del comune, in segno di amicizia e di accoglienza nella città del porto dell’Etna. Il primo cittadino ripostese ha rimarcato l’importanza di questi progetti didattici: «Scambi culturali tra scuole europee che ci consentono di approfondire le rispettive culture. Un modo anche per conoscere le reciproche realtà territoriali. Riposto, ancora una volta, ha l’occasione per mostrarsi all’esterno, evidenziando le proprie molteplici peculiarità artistiche, storiche e naturali».

«Gli scambi culturali tra i ragazzi dei paesi che svolgono un ruolo importante nel Mediterraneo sono fra gli obiettivi della nostra amministrazione, ha aggiunto il vice sindaco e assessore alla Cultura, Gianfranco Pappalardo Fiumara. Abbiamo, in questo senso, progetti di interscambi culturali tra i nostri studenti e quelli delle scuole di formazione del Centro-Italia sia per rapporti culturali esteri che per l’educazione alla storia di forme quali, ad esempio, il melodramma; forme musicali che sono importate all’estero e che proprio il mondo estero ci invidia. Non posso che plaudire all’iniziativa didattica dell’Itc “Pantano” di Riposto che dimostra, ancora una volta, di essere scuola d’avanguardia del territorio; un plauso lo rivolgo, infine, anche agli studenti francesi che potranno ammirare le nostre peculiarità di cittadina turistica e marinara».

© Riproduzione Riservata

Commenti