All’interno del programma elettorale della lista civica “Agorà 2015” si parla anche di parcheggi da intendersi come risorsa e non discariche abbandonate a se stesse. Una risorsa che, nella maggior parte dei comuni italiani, riesce a far “respirare” le casse comunali. Ecco, “Agorà 2015” propone di attivare un processo del genere anche a Giardini Naxos. «In momenti di difficoltà economico-finanziarie assai diffuse una buona amministrazione comunale ha l’obbligo di attivare percorsi virtuosi che facciano in modo di portare un ritorno economico, possibilmente anche con ricadute occupazionali, nell’ambito dei propri compiti istituzionali. Le aree ed i parcheggi a pagamento sono oramai prassi assai diffusa in molte località e spesso sono fonte di “ossigeno puro” per le casse delle pubbliche amministrazioni sempre più in difficoltà con indicazione di rosso fisso!».

Secondo la lista civica che sostiene Giuseppe Cacciola come sindaco di Giardini Naxos, gli introiti dei parcheggi potrebbero assicurare importi cospicui in grado di prendersi cura delle strade e del personale dell’Ente comunale impiegato in questo settore: «In questi anni a Giardini Naxos si è volutamente lasciata cadere nel nulla ogni iniziativa in proposito ed abbiamo visto come ad una sistematica dismissione delle aree per la sosta a pagamento sia coinciso, purtroppo, il progressivo stato di abbandono al degrado dei maggiori parcheggi cittadini: 1) Rotonda Anas, 2) Recanati 3) Mastrociccio (quest’ultimo tra l’altro intitolato alla memoria del piccolo Giuseppe Di Matteo vittima innocente della mafia). Queste tre aree complessivamente contano un potenziale di 400 posti auto che debitamente utilizzate potrebbero portare nelle casse comunali una cifra assai vicina al mezzo milione di euro/anno. Omettendo di menzionare la vicina Taormina, che dai parcheggi riesce ad introitare cifre astronomiche, ci rifacciamo alla vicina Castelmola dove la gestione diretta (con due colonnine parchimetro) di poco meno di 80 posti auto nell’anno 2014 è riuscita ad incassare oltre 75.000,00 euro (per la precisione 78.530,50) oltre agli introiti provenienti dalle sanzioni emesse a danno dei contravventori».

«Per analogia attivando un servizio similare (mediante l’installazione di nr. 5 colonnine parchimetro per un costo complessivo di € 40.000,00) il Comune di Giardini Naxos sarà in grado di assicurarsi entrate per un importo di almeno 400.000,00 euro (dato quest’ultimo calcolato in difetto tenuto conto che le nostre aree a parcheggio nel periodo estivo registrerebbero un notevole afflusso di villeggianti che prendono di assalto le nostre spiagge). Tali risorse andrebbero interamente destinate alla manutenzione della viabilità garantendo quindi annualmente nuova linfa per il ripristino delle strade cittadine oggi ridotte a colabrodo appunto per la mancanza cronica di risorse finanziare da parte dell’ente. Senza contare che l’attivazione di tale servizio consentirebbe un utilizzo più razionale del personale in forza all’Ente Comune (oltre 100 unità) e che vedrebbe la riattivazione dell’Ufficio SOMS per garantire una gestione diretta dei parcheggi e dei servizi collaterali».iti provenienti dalle sanzioni emesse a danno dei contravventori».

«Per analogia attivando un servizio similare (mediante l’installazione di nr. 5 colonnine parchimetro per un costo complessivo di € 40.000,00) il Comune di Giardini Naxos sarà in grado di assicurarsi entrate per un importo di almeno 400.000,00 euro (dato quest’ultimo calcolato in difetto tenuto conto che le nostre aree a parcheggio nel periodo estivo registrerebbero un notevole afflusso di villeggianti che prendono di assalto le nostre spiagge). Tali risorse andrebbero interamente destinate alla manutenzione della viabilità garantendo quindi annualmente nuova linfa per il ripristino delle strade cittadine oggi ridotte a colabrodo appunto per la mancanza cronica di risorse finanziare da parte dell’ente. Senza contare che l’attivazione di tale servizio consentirebbe un utilizzo più razionale del personale in forza all’Ente Comune (oltre 100 unità) e che vedrebbe la riattivazione dell’Ufficio SOMS per garantire una gestione diretta dei parcheggi e dei servizi collaterali».

© Riproduzione Riservata

Commenti