Il fato e il musicista siciliano – I fatti di Tunisi hanno procurato qualche allarme in Sicilia e in generale nel Mediterraneo. Luoghi come Lampedusa e Mazara del Vallo temono che turismo e pesca possano subire dei contraccolpi in vista della degenerazione terroristica messa in atto dai fondamentalisti islamici del presunto Stato Islamico. Una questione che riguarda tutti da vicino: Europa, Italia e la sua regione più a sud, ovvero la Sicilia. Ma i tragici fatti di Tunisi chiamano in causa le zone della costa jonica anche per un altro fatto di cronaca. Il protagonista è Antonello Tonna, pianista della nave Fascinosa, ormeggiata a Tunisi. Il fato ha giocato con il destino del musicista, perché quel maledetto 13 gennaio del 2012 Tonna si trovava anche sulla Costa Concordia ed è stato superstite di quel naufragio. Qualcuno, con mancanza di delicatezza e sensibilità, ha iniziato a paragonarlo a una sorta di porta iella. E così tra grattatine e altri gesti apotropaici, questa triste vicenda si è trasformata nel festival dei soliti luoghi comuni. Per fortuna, però, sul profilo Facebook di Tonna si possono leggere decine di messaggi di solidarietà e affetto. «Caro Antonello, vai avanti per la tua strada e non dar retta a simili stupidaggini!», scrive Settimo Scuderi.

Una vita tra hotel e piano bar – Nella giornata di ieri il musicista siciliano aveva voluto rassicurare tutti e si era detto dispiaciuto per essere stato coinvolto, di nuovo, in “avvenimenti tristi”: «Sto bene… Grazie a voi tutti sono in nave in attesa di notizie. Mi dispiace che ancora una volta sono coinvolto in avvenimenti tristi… Mi dispiace per le vittime e i feriti… Un caro abbraccio a tutti. Speriamo di partire domani mattina… Grazie a tutti per l’affetto». Antonello Tonna svolge dal 1980 l’attività di pianista ed è da questo anno che inizia a esibirsi in hotel e piano bar internazionali. Tra i più importanti ci sono King Solomon’s Hotel (Eilat – Israele), Mermoz Crociere (Caraibi), The Living Room (Montecarlo), Bei Tino Exclusive Pianobar (Dusseldorf), V.I.P.  Hotel Europa e Grand Hotel Savoia (Cortina d’Ampezzo), Europa Palace Hotel e Grand Hotel Quisisana (Capri), Sottovento Club (Porto Cervo), The Living Room (Montecarlo), Les Francis e Valentino (Ginevra). Ma Antonello Tonna è un musicista che conosce bene anche Taormina e il suo comprensorio. Infatti si è esibito diverse volte negli alberghi e nei locali della Perla dello Jonio.

Negli hotel e nei locali di Taormina e Giardini Naxos – Per fare qualche nome si può citare l’Hotel Villa Sant’Andrea, Grand Hotel Timeo, Tout Va, La Giara, Baia Taormina, Grand Hotel Capo Taormina e Marabù a Giardini Naxos. Contattato telefonicamente da “Rai News 24”, il musicista ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Sto rivivendo le stesse forti emozioni del naufragio della Concordia. Qui tutti cerchiamo di avere maggiori informazioni possibili, ma non è facile. Ero in un villaggio poco distante da Tunisi quando mia moglie mi ha inviato un Sms per avvertirmi dell’attentato e sapere come stavo. Sono subito rientrato a bordo: sulla nave c’era apprensione, con i passeggeri attaccati ai cellulari per avere notizie. La tensione sulla Costa Fascinosa era evidente. I passeggeri si sono tranquillizzati parzialmente dopo un primo messaggio del comandante, Ignazio Giardina, che ha parlato di “nave fuori pericolo, messa sotto sicurezza”. Poi un secondo annuncio dall’altoparlante: “partiremo domani”».

© Riproduzione Riservata

Commenti