La Finanziaria rimane il tema più caldo in Sicilia. Sulla legge di stabilità è voluto intervenire il presidente Rosario Crocetta, che da Messina, come riportato da “Live Sicilia”, ha annunciato l’inserimento nella Finanziaria di una tassa per i comuni che non si impegneranno nella raccolta differenziata:

«Non può essere che la Sicilia sia la regione italiana che ha solo il 10 per cento di differenziata. In finanziaria vogliamo mettere una tassa sulla indifferenziata così chi non differenzia i rifiuti paga di più. Abbiamo ereditato un sistema dei rifiuti soprattutto nella Sicilia orientale dove esistevano solo due discariche quella di Mazzarrà Sant’Andrea e Motta Santa Anastasia, è chiaro che a seguito di inchieste della magistratura è saltato tutto».

«Siamo intervenuti – ha proseguito il governatore siciliano – nel periodo dell’emergenza attivando 5 impianti in tutta la Sicilia. Da un lato vogliamo liberare le discariche da quelle gestioni non trasparenti che sono state messe in atto in molti posti, dall’altro recuperare temporaneamente questi siti per andare avanti in questo momento in attesa di un nuovo piano».

© Riproduzione Riservata

Commenti