Si è svolto questo pomeriggio a Palermo l’incontro tra il sindaco Eligio Giardina e l’assessore al Turismo Cleo Li Calzi sulla questione Taormina Arte e la necessità di trasformarla in Fondazione. Un percorso obbligatorio per il futuro del Comitato, che non può temporeggiare ancora per molto tempo sia per rispettare la dignità dei lavoratori, sia per il futuro economico e culturale della città di Taormina. Il primo cittadino della Perla dello Jonio, nella giornata di sabato, aveva ribadito la necessità di trasformare Taormina Arte in Fondazione e aveva lanciato un messaggio ben preciso alla regione Sicilia: «Il tempo è scaduto, bisogna passare dalle parole ai fatti».

Un concetto, a quanto pare, che l’assessore regionale Li Calzi non disdegna. L’impressione è che si stiano limando gli ultimi particolari dell’intricata vicenda. Il sindaco Giardina, in merito all’incontro di questo pomeriggio, ha detto che è stato proficuo, ma ancora non c’è nulla di definitivo. Le parti si incontreranno di nuovo la prossima settimana: «L’incontro è stato lungo e proficuo, ma non c’è ancora nulla di definitivo. Il percorso sulla trasformazione di Taormina Arte in Fondazione è a buon punto. Siamo all’ultimo miglio, ovvero, come succede nel mondo delle telecomunicazioni, ci troviamo all’ultimo tratto per poter collegare ogni cosa e far funzionare il tutto. Poiché il percorso è delicato e sono coinvolti il comune di Taormina, la regione Sicilia e la provincia di Messina, ci siamo dati appuntamento alla prossima settimana». Nel frattempo le forze politiche all’interno del Consiglio comunale continuano a premere affinché la questione venga discussa in Aula, dopo che nell’ultima seduta consiliare la vicenda era stata rimandata a data da destinarsi

© Riproduzione Riservata

Commenti