Per creare una città migliore è necessario rilanciare i concetti basilari dell’educazione civica. Un processo che ha bisogno di anni di lavoro, perché deve attendere la crescita delle nuove generazioni. È questo l’obiettivo di Messinambiente e dell’Amministrazione comunale dello Stretto, che hanno collaborato alla realizzazione dell’iniziativa voluta da Comieco, Consorzio Nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica, per una raccolta differenziata di carta e cartone rivolto alle grandi utenze, che a breve coinvolgerà il Tribunale e le scuole pubbliche cittadine (progetto ScuolAmbiente). Il progetto verrà presentato martedì’ 10 marzo alle ore 11 presso la Sala Falcone Borsellino di Palazzo Zanca. Parteciperanno all’evento Renato Accorinti, sindaco del comune di Messina, Daniele Ialacqua, assessore all’Ambiente del comune di Messina, Patrizia Panarello, assessore alla Pubblica Istruzione, Alessio Ciacci, amministratore Messinambiente S.p.A., Ignazio Capuano, presidente di Comieco e Vincenzo Ciraolo, presidente dell’Ordine degli Avvocati.

Il progetto prevede la fornitura di 250 raccoglitori salva carta presso gli uffici del Tribunale di Messina e altri 600 destinati alle scuole pubbliche, insieme alla distribuzione di pieghevoli e locandine volti a informare i cittadini sull’iniziativa. Lo scopo è supportare il potenziamento della raccolta differenziata cittadina di carta e cartone presso gli uffici locali e promuovere la diffusione di buone pratiche quotidiane tra le nuove generazioni.

© Riproduzione Riservata

Commenti