Maria Costanza Lentini - Foto blogTAORMINA ©2015
Maria Costanza Lentini - Foto blogTAORMINA ©2015

L’incontro tenutosi ieri a Casa Cuseni, organizzato da Green Italia, associazione che ha quale referente nazionale Fabio Granata, politico di grande esperienza, dato che ha ricoperto l’incarico di vicepresidente della Regione Sicilia, nonché quello di assessore al Turismo e ai Beni Culturali, e della referente di zona Fulvia Toscano è stata l’occasione per un interessante e proficuo confronto sulle problematiche che affliggono la Sicilia partendo proprio dall’ambiente. Sono stati lanciati degli “input propositivi” per giungere alla soluzione di piccoli e grandi problematiche a volte annose, altre volte di recente attualità. Erano presenti tra l’altro dei funzionari regionali dell’Assessorato ai Beni Culturali. Casa Cuseni, come ci ha confermato il dottor Franco Spadaro, eccellente padrone di casa, rappresenta un vero e proprio pezzo di storia di Taormina e della Sicilia intera, avendo ospitato innumerevoli personalità che hanno contribuito non poco a rendere la Perla famosa nel mondo: scrittori, poeti, letterati e storici.

Per noi, data la sua presenza, è stata anche la ghiotta occasione per intervistare brevemente la dottoressa Maria Costanza Lentini, responsabile del Parco Archeologico di Naxos, a cui fa capo pure il Teatro antico di Taormina. Abbiamo rivolto alla Lentini delle domande connesse alla situazione in cui versano i bagni pubblici del Teatro Greco e alle inevitabili polemiche che ne sono scaturite. La dottoressa Lentini ha dichiarato che la situazione volge verso una positiva risoluzione. Si è ovviamente anche parlato di tutela del territorio e del paesaggio nel suo complesso. Certamente uno dei “temi caldi” di un prossimo futuro riguarderà quello del complesso “Le Rocce” di Mazzarò e sul quale è caduta l’attenzione del Consiglio comunale di Taormina, dato che è stato inserito quale punto all’ordine del giorno e verrà affrontato non appena sarà presente il sindaco Eligio Giardina, infortunatosi leggermente al volto di recente dopo una caduta e si è ritenuto opportuno rinviare il civico consesso a data da destinarsi. Sarebbe a questo punto interessante avere a riguardo il parere della Soprintendenza, dato che sulla riqualificazione del complesso “Le Rocce”, sono in molti ad avere “strani appetiti”…

© Riproduzione Riservata

Commenti