Il vice Presidente della regione e assessore all’Istruzione e alla Formazione, Mariella Lo Bello, ha tenuto a precisare che il Consorzio universitario di Agrigento non chiuderà e ha voluto tranquillizzare tutti i diretti interessati: «Ieri sera immediatamente dopo l’incontro tra il Governatore e Delrio, ci siamo riuniti insieme al Presidente Crocetta, al Segretario Generale Monterosso e il commissario Straordinario Alessandra Di Liberto, Commissario straordinario del comune di Licata Mariagrazia Brandara e il Capo della Segreteria particolare del Presidente Crocetta Nelli Scilabra, ed abbiamo definito il percorso da seguire per il mantenimento in vita del Consorzio universitario di Agrigento. Abbiamo trovato le soluzioni necessarie, e lunedì definiremo le procedure e gli indispensabili passaggi di natura tecnica e burocratica, che scongiureranno la paventata chiusura del Cupa. Siamo certi perché ne abbiamo già discusso e siamo tutti sulla stessa sintonia, che entro la fine della settimana prossima il Commissario straordinario della ex provincia regionale di Agrigento Di Liberto, recederà dall’atto che ha determinato la decisione di fuoriuscire dal Consorzio Universitario in quanto sarà in possesso delle soluzioni necessarie perché ciò avvenga».

Agrigento, ha sottolineato la Lo Bello, non potrà perdere questo centro fondamentale per la cultura cittadina: «Sono giuste le preoccupazioni di quanti temono la chiusura del consorzio, ma è pur vero che nessuno permetterà che Agrigento perda questo punto di riferimento fondamentale per la cultura, per i giovani che non possono permettersi i proibitivi costi di studiare fuori dalla sede di residenza e per le famiglie. La soluzione esiste è già elaborata e lunedì sarà definita e immediatamente operativa. Dovrà solo tenere conto dei tempi della politica e della burocrazia, ma sappiamo già che saranno di una sola settimana. Riteniamo che il problema non debba essere oggetto di speculazione politica in vista della campagna elettorale e se proprio qualcuno volesse farlo, dimostreremo con i fatti la determinazione del nostro intervento che porterà alla soluzione della problematica, deludendo quanti sperano nel contrario».

© Riproduzione Riservata

Commenti