Giovedì 5 marzo alle 18.30 presso la libreria Modusvivendi (via Quintino Sella,79), verrà presentato in anteprima al pubblico palermitano il nuovo libro della scrittrice esordiente Lavinia Pinello, Anima Mundi (febbraio, 2015), edito da Brigantia Editrice. La Pinello nasce a Palermo nel 1979. Dialogherà con l’autrice Domenico Aiello, docente di Filosofia e Storia al liceo classico Francesco Scaduto e curatore della postfazione dell’opera. Già presentato con successo al Buk festival della piccola e media editoria di Modena, il libro è il primo della collana editoriale “Candelora”, che raccoglie testi di narrativa in cui si narrano storie dove la nostra coscienza, se nutrita o colta di sorpresa, ci consente di nascere e rinascere infinite volte.

Ed è proprio attraverso un appassionante viaggio letterario alla riscoperta dell’armonia che regola il creato e la profonda natura delle cose che Anima Mundi tenta di appellarsi alla memoria collettiva dell’uomo. Tre racconti narrati da una donna che, come una sciamana, sa correre con i lupi, cavalcare nel vento, vedere il mondo con gli occhi delle multiformi creature di Madre Natura e trasformare in parole la loro visione e il loro modo di sentire, immergendo il lettore in una incredibile e vibrante Anima Mundi. Oltre alle corde emotive e spirituali, nel testo ricorre allegoricamente la simbologia del numero tre: il numero che rappresenta la continuità, l’infinito all’interno delle singole individualità, un filo sottile che lega ogni cosa, ogni tempo, ogni spazio, senza soffocarne la dimensione. Tre storie, tre lupi, tre temi, tre fasi della vita, tre fasi lunari; la perdita dell’identità, la riconciliazione con il proprio essere e l’identità individuale e collettiva. Un libro da leggere (in italiano e nella traduzione inglese a cura di Chiara Puleo, che vuole offrire la buona letteratura italiana anche all’estero) e con cui vibrare all’unisono al ritmo dell’Anima del Mondo.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti