Non avere cura del territorio in cui si vive è qualcosa di così assurdo che si fa fatica a parlarne. Purtroppo in Sicilia sono diversi i casi di mancanza di educazione civica, che spesso e volentieri comportano insensati danneggiamenti al bene comune della popolazione. Questa volta le brutte notizie arrivano da Riposto, dove il sindaco Caragliano si è detto “offeso” per un deprecabile atto di vandalismo: «I danni arrecati al parco giochi di villa Pantano – afferma il sindaco Enzo Caragliano – sono una offesa per tutta la città. Un deprecabile atto di vandalismo che lascia una ferita profonda. E’ inaccettabile che gli sforzi profusi da questa amministrazione in favore dei più piccoli vengano vanificati da inqualificabili gesti come quelli accaduti l’altra notte. Fermo restando l’impegno dell’Amministrazione nella riparazione dei danni – osserva il primo cittadino ripostese – invitiamo i cittadini alla massima vigilanza e a collaborare con l’Ente comunale segnalando gli atti di vandalismo. Alla luce di quanto accaduto, oltre al ripristino dell’area attrezzata dei bambini, prevediamo di attivare, anche all’interno della villa comunale Pantano, un sistema di video sorveglianza dinamica allo scopo di contrastare i sempre più diffusi fenomeni di teppismo e vandalismo sfrenato».

Il sindaco Enzo Caragliano, sulla scorta di quanto avvenuto a villa Pantano, ha chiesto e ottenuto dall’Utc una dettagliata relazione sui danni arrecati al parco giochi. Dalle verifiche effettuate è stato riscontrato il danneggiamento di un sedile, della pavimentazione anti-trauma con asportazione e ammanco di alcuni moduli. La quantificazione dei danni subiti per il ripristino della funzionalità del parco giochi alle condizioni originarie ammonta a 900 euro. L’episodio di vandalismo nel parco giochi di villa Pantano, è stato regolarmente denunciato presso il comando Stazione dei carabinieri di Riposto.  L’Utc, nella relazione consegnata al sindaco Caragliano, ha reso noto, inoltre, che continuano a verificarsi furti di materiale ferroso negli impianti di pertinenza comunale; nello specifico sono state sottratte da ignoti ladri 8 botole in ghisa dei pozzetti dell’impianto di pubblica illuminazione in via Marco Polo. Anche per quest’ultimo episodio, è stata sporta regolare denuncia contro ignoti ai carabinieri della locale Stazione.

© Riproduzione Riservata

Commenti