Nella conferenza stampa di presentazione della V edizione del Kalat Nissa Film Festival, Festival Internazionale del Cortometraggio, sono state annunciate una serie di novità. La kermesse, che quest’anno si svolgerà dal 2 al 4 luglio all’interno del Teatro Margherita di Caltanissetta, è organizzata dall’Associazione cinematografica e culturale “Laboratorio dei sogni”. Nuovi protocolli d’intesa quest’anno con Gaetano Di Maio, presidente del Club Ferrari G. Villeneuve di Palermo, la Questura di Caltanissetta ed il CEFPAS di Caltanissetta. Roberto Giacobbo, vice-direttore di Rai Due, conduttore del programma Voyager da questo anno sarà il nuovo direttore artistico del Kalat Nissa Film Festival e Anna Yanovskaia, regista russa vincitrice dell’edizione 2014 del Festival presenterà, in occasione del contest internazionale, l’anteprima nazionale del film “Ten centimeters of life”. Il Kalat Nissa Film Festival ha visto in concorso nelle edizioni precedenti più di 2000 cortometraggi da oltre 50 Nazioni mondiali. Il 50% dei lavori sono opere presentate da professionisti affermati nel campo cinematografico. La maggiore affluenza di lavori è italiana, ma si annoverano iscrizioni anche da Francia, Germania, Spagna, Svizzera, Austria, Belgio, Polonia, Regno Unito, Israele, Siria, Russia, Stati Uniti e Brasile, Australia, Afganistan, Iran, Giappone, Libano. Presidente onorario del Kalat Nissa Film Festival è sempre il Maestro Ugo Gregoretti. La giuria del KNFF verrà svelata dopo la scadenza del bando di partecipazione che avverrà il 28 febbraio. Media partner, per questo anno, è il primo quotidiano online, affaritaliani.it. Presentatori eccezionali della V edizione saranno la conduttrice radiofonica Rosaria Renna e lo stesso direttore artistico, Roberto Giacobbo. Il KNFF ha mantenuto per l’edizione 2015 la divisione dei corti in concorso per categorie.

E’ stato confermato il premio che conferirà, per l’edizione 2015, Gilberto Martinelli (fonico che ha lavorato per registi come Tornatore e Scorsese), in rappresentanza della giuria del Gruppo tematico per la cinematografia sonora, per il cortometraggio realizzato con la miglior presa diretta del suono. Il miglior cortometraggio vincerà il trofeo simbolo della manifestazione: l’Antenna d’Oro che rappresenta l’antenna RAI, realizzata su disegno esclusivo della ditta orafa Bellia di Riesi. Il Kalat diventa, inoltre, oggetto di studio su cultura, costume e comunicazione: alcuni studenti, come Chiara Branciforti, hanno realizzato una tesina multidisciplinare al diploma di maturità ed è stata conferita una tesi di Laurea specialistica a Marcello Buccoleri, studente laureando alla facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Bologna. Anche nel 2014 il Kalat Nissa Film Festival è stato invitato dall’Ambasciata Italiana e dall’istituto di Cultura Italiana di Budapest in Ungheria a presentare la rassegna alla XII edizione del Mittel Cinema Fest, alla presenza del regista Roberto Faenza, dell’attore Munzi e della direttrice dell’Istituto italiano di Cultura di Budapest, Gina Giannotti. Nel 2015 il Kalat Nissa Film festival è stato già invitato a partecipare al Paszmany Film Festival, presso l’omonima Università Cattolica di Budapest in Ungheria dal 7 al 9 maggio, come partner collaboratore dell’evento e al Yaroslavl Film festival “Just good films” in Russia. Il Kalat Nissa Film Festival è inserito anche nella piattaforma europea degli Erasmus plus con un progetto in rete tra Italia, Polonia ed Ungheria.Il sito della kermesse, kalatnissafilmfestival.it che ha raggiunto ormai 1.000.000 di contatti da oltre 114 Nazioni è facilmente fruibile per ogni maggiore informazione.

© Riproduzione Riservata

Commenti