Un bel calcio ai pregiudizi e ai soliti luoghi comuni, che etichettano i rom, chiamati in maniera dispregiativa “zingari”, come esponenti del malcostume e dei furti cittadini. Non tutti sono così. Molti di loro sono integrati nella società italiana. Si sposano con persone del nostro Paese e lavorano. Hanno una casa e sognano, come tutti, un futuro migliore per i loro figli. La visione contro i rom è figlia di un retaggio che, ancora una volta, tanto a destra quanto a sinistra ha sempre trovato un punto di riferimento. Il razzismo da una parte e l’ideologia comunista di Stalin dall’altra hanno fatto dei rom una popolazione odiata a prescindere dal colore politico.

Al di là di simili considerazioni, una bella notizia arriva dalla città dello Stretto. La comunità rom del rione Matteotti all’Annunziata si è fatta carico della pulizia della rotatoria Verzera, su mandato del consiglio circoscrizionale e con il benestare del Dipartimento Comunale Verde Pubblico. Così, per la gioia del consigliere proponente, Francesco Mucciardi, la stessa realtà ha ottenuto l’affidamento per un anno di quello spazio verde. Prendersi cura della città, affinché sia più vivibile e pulita. Ed è significativo che a farlo siano proprio loro. Il modo migliore per “spazzare” via retaggi che ancora si annidano nella società contemporanea.

© Riproduzione Riservata

Commenti