Presidente del Palermo calcio Maurizio Zamparini
Presidente del Palermo calcio Maurizio Zamparini

Nei locali dell’ex Fabbrica Sandron, a Palermo, tra il 28 febbraio e il primo marzo si svolgerà la Leopolda in salsa siciliana. Un momento importante per i “renziani” dell’isola, soprattutto dopo le ennesime frizioni con il governatore Rosario Crocetta, dopo che il presidente ha impugnato parti della legge di stabilità, presentando a Renzi un conto di 4 miliardi. «Non ci si può sedere a un tavolo per costruire insieme un percorso di rilancio della Sicilia e contestualmente svolgere azioni di scontro nei confronti dell’esecutivo nazionale», ha ribadito il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone.

È chiaro che il tema economico e politico sarà al centro del confronto della Leopolda. Inoltre si tornerà a discutere di sviluppo dell’Isola e di nuovi ingressi nel Pd. In Sicilia, secondo alcune voci di corridoio, potrebbe arrivare il premier Renzi. Di certo ci sarà il vice segretario del Pd Lorenzo Guerini e vari sottosegretari tra cui Graziano Delrio, Luigi Bobba con la delega al Lavoro ed Erasmo D’Angelis, sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti. Mille finora le adesioni all’iniziativa con la presenza di sindaci, come Giusi Nicolini di Lampedusa, Salvatore Burrafato di Termini Imerese e Giancarlo Garozzo di Siracusa. Sono attesi deputati europei, imprenditori e rappresentanti del mondo universitario come i rettori Gianni Puglisi dello Iulm di Milano e della Kore di Enna, Roberto Lagalla dell’Università di Palermo, entrambi ex assessori del centrodestra (il primo al comune di Palermo e il secondo alla regione). Infine è stata confermata la presenza del presidente del Palermo calcio, Maurizio Zamparini, e di imprenditori della sanità privata come Adolfo Allegra.

© Riproduzione Riservata

Commenti