Il Presidente del consorzio autostrade siciliane Rosario Faraci, in ordine all’articolo “Il CAS non paga i creditori” pubblicato dal quotidiano “La Repubblica” di Palermo, dichiara che molte delle affermazioni ivi contenute non corrispondono alla realtà delle cose sullo stato di funzionamento finanziario e gestionale del Consorzio. Riguardo a quanto riferito sui pignoramenti – per i quali sarebbe impedita la manutenzione dell’infrastruttura autostradale – va detto che la magistratura competente ha sospeso l’assegnazione delle somme alle imprese, accogliendo apposita richiesta del CAS e che in ogni caso, nessun pregiudizio comunque deriverebbe all’esecuzione dei lavori necessari alla messa in sicurezza delle tratte gestite.

Anche alla luce delle recenti affermazioni del Presidente della Regione di apprezzamento sull’opera dell’attuale management politico e amministrativo del CAS «che ha cambiato linea rispetto al passato, tagliando con il malaffare per decine di milioni di euro», il Presidente Faraci ha chiesto a Crocetta un incontro per un confronto con l’Assessore Regionale alle Infrastrutture e con il Dirigente Generale dello stesso Assessorato.

© Riproduzione Riservata

Commenti