Sabato 21 febbraio alle ore 17 al palazzo Duchi di Santo Stefano sarà presentata l’opera prima di Francesca Gullotta, “Dicotomie, dia-logo” (Lampi di Stampa, 2014), condurrà il pomeriggio letterario, anzi filosofico e psicologico visto l’argomento trattato, Mirella Bolognari e leggerà alcuni brani dell’opera Rita Patanè. L’autrice ha scritto un diario di ciò che la vita ha depositato nella sua coscienza, per comporre in sintesi unitaria dei vissuti e delle riflessioni teoretiche, una sorta di libera e personale meditatio vitae, all’insegna del polarizzarsi dialettico, dove la negatività, l’opposizione, che scandiscono la realtà, procurano distruzioni, trasformazioni e rinascite continue.

Sotto l’architrave della vita, quando l’estate non colora e non riscalda il cuore, pensare o meglio ripensare l’esistenza ontica in una prospettiva ontologica, scoprire che l’unicità dell’Io si incontra inevitabilmente con tutto il resto dell’umanità, fa stare meglio e può risultare terapeutico e liberatorio. Francesca Gullotta, laureata in Filosofia, insegna al Liceo Classico di Santa Teresa di Riva, è nata e vive a Taormina, dove ha svolto per anni l’attività di Assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione. Collabora con Associazioni e Riviste, che si occupano di Storia e Filosofia, Letteratura, Ambiente e Società.

© Riproduzione Riservata

Commenti