Le difficoltà delle opposizioni – L’ultimo Consiglio comunale della città di Taormina si è aperto con qualche colpo di scena. La decisione delle due consigliere comunali Alessandra Caltabiano e Liliana Tona di lasciare “Alternativa 2015” ha messo in luce un’ulteriore lacerazione nell’opposizione all’amministrazione guidata dal sindaco Eligio Giardina. In realtà sarebbe meglio parlare di “opposizioni”. Si, perché nei banchi alla destra della presidente del Consiglio comunale si procede in ordine sparso. Il gruppo che ha visto l’abbandono della Caltabiano e della Tona, ovvero “Alternativa 2015”, sembra sia in procinto di rientrare nella nuova maggioranza che sta per costituirsi. Le parole pronunciate da Vittorio Sabato in Consiglio comunale, del resto, sono inequivocabili: «Voglio dare un’altra opportunità al sindaco». Dichiarazioni che hanno avuto come conseguenza il passo indietro della Caltabiano e della Tona che non sembrano essere disponibili a partecipare a nuovi rimpasti. Sempre nelle opposizioni si dovrà comprendere cosa vorranno fare i consiglieri Eugenio Raneri e Pinuccio Composto, i quali si sono allontanati negli ultimi mesi e non sembrano in perfetta sintonia.

Aperto il mercato della politica – Poi c’è il gruppo “Taormina Bene Comune”, che nelle ultime settimane era apparso meno coeso del solito, ma aver presentato con unità d’intenti un ordine del giorno urgente sul bando di gara della Provincia regionale riguardo il villaggio “Le Rocce”, è un segnale positivo per la compagine di centrosinistra. Anche se Partito Democratico da una parte e Lista Crocetta dall’altra, proprio come a livello regionale, non sembrano procedere all’unisono nelle decisioni politiche. Nei prossimi giorni potrebbe succedere qualcosa. Staremo a vedere. Sta di fatto che se negli ultimi consigli comunali i banchi della maggioranza erano quasi vuoti e spesso in silenzio e in difficoltà, l’impressione è che il vento stia per cambiare. Sono ringalluzziti e speranzosi di rilanciare l’azione amministrativa. Se la sessione invernale del calciomercato si è conclusa da circa dieci giorni e a Taormina non si è mai aperta, come sottolineato diverse volte su BlogTaormina, in politica siamo nel pieno delle trattative. Possibili nuovi acquisti, rescissioni consensuali, cessioni dell’ultimo minuto. Nelle prossime settimane ogni mossa sarà possibile.

Impazza il toto assessori – Però per smuovere davvero le acque e animare la situazione è nella formazione della giunta comunale che potrebbero esserci alcuni cambiamenti. Radio mercato dà in uscita il vicesindaco e assessore al Turismo Ivan Gioia e l’assessore all’Urbanistica e ai Lavori pubblici Gaetano Carella. Sono i due nomi che circolano come possibili “cessioni” dell’ultim’ora. Una notizia che avrebbe dell’incredibile e un metterebbe in evidenza un desiderio, da parte dell’amministrazione e della nuova maggioranza, di provare a rilanciare Taormina sotto il profilo turistico in vista dell’arrivo della bella stagione. Saldi al loro posto, al momento, sono l’assessore al Bilancio, Antonio Lo Monaco, e l’assessore alla Cultura e alla Pubblica istruzione Alessandra Caruso. Se due escono è ovvio che altri due dovrebbero entrare. Già, ma chi? È probabile che i nomi vengano fuori dalle new entry in maggioranza. Qualcuno da ciò che rimane di “Alternativa 2015”, che nelle prossime settimane dovrebbe cambiare nome, e qualcun’altro da chi in passato ha mostrato chiari sintomi di mal di pancia, ma con la ricetta giusta per il rimpasto potrebbe tornare nella cerchia dei buongustai.

© Riproduzione Riservata

Commenti