Siculiana non può essere la discarica della Sicilia. Ha usato parole forti il sindaco della città, Mariella Bruno, che ha ribadito la situazione delicata della zona in cui convergono i rifiuti. Continuando di questo passo si arriverà, in breve tempo, a far esplodere il problema in maniera drammatica: «Provincia e Arpa non facciano superare il limite di 800 tonnellate al giorno.

Auspico che l’assessore Vani Contraffatto, che ha dato evidenza del rigore che la caratterizza, intervenga per evitare per tempo che questo comune e i comuni della Provincia di Agrigento (con oltre 350.000 abitanti) subiscano una nuova emergenza con ulteriori rilevanti danni economici. La chiusura della discarica avverrà nuovamente se si continua ad autorizzare ulteriori conferimenti da parte della Regione che, ad oggi, ha autorizzato oltre 50 Comuni della provincia di Agrigento, Trapani e Caltanissetta. Abbiamo subito ingenti danni a seguito della recente chiusura della discarica per i maggiori costi legati alla maggiore distanza nonché per la maggiore tariffa applicata dalle altre discariche».

© Riproduzione Riservata

Commenti