Alfredo Natoli è un ex pugile professionista di Messina ed ex campione Italia pesi leggeri, molto famoso soprattutto in Sicilia. Oggi è diventato il maestro di ragazzi che si sono appassionati alla boxe. Un percorso diverso rispetto alla carriera da professionista, ma le soddisfazioni non mancano. L’ultima è quella del gemellaggio con la “Spire Boxe Accademy” di Chesterfield, vicino Manchester. Un momento importante e significativo. Tra i ragazzi del “Team Flash Natoli” ci sono Salvo Coluccio allievo che da sei mesi si è trasferito a Chesterfield, e Salvatore Coniglio, responsabile Relazioni estero.

«Il Team Boxe Alfredo “Flash” Natoli, nasce dalla devozione che appunto Alfredo Natoli, pugile professionista, dedica a questa nobile disciplina». Basterebbero queste parole, estrapolate dalla pagina ufficiale Facebook del Team Boxe Alfredo Natoli, per comprendere quanta passione e quanto amore questo pugile dedica a uno sport che affonda la sua tradizione nell’antica storia dell’uomo. Un modo per imparare a difendersi da soli, ma anche un’occasione di crescita e di maturazione. Il proverbio “mens sana in corpore sano” trova nel pugilato la sua sintesi. Un fisico atletico e sempre allenato non può andare da nessuna parte se la ragione e l’intelligenza del pugile non sono altrettanto “competitivi”. È un binomio inscindibile ed è un peccato che molte persone lo considerino uno sport violento. Nella vita sono altre le cose che fanno venire in mente la violenza e non certo la boxe, che, semmai, aiuta la persona a prendere confidenza con il proprio fisico, con se stessi e a difendersi in casi di necessità.

© Riproduzione Riservata

Commenti