Il Commissario liquidatore di Messinambiente, Alessio Ciacci, ha risposto con dichiarazioni decise all’atto intimidatorio che ha visto alcuni individui, al momento non identificati, appiccare un incendio a una vettura dell’azienda a Taormina. I danni alla Fiat Panda erano sono stati limitati dall’intervento tempestivo dell’autista, il quale munito di estintore aveva scongiurato il peggio.

Il dottor Ciacci ha detto che non si faranno intimidire da un atto del genere: «Abbiamo denunciato questo grave incidente e se fosse un tentativo di intimidazione non sarà certo un ostacolo nel percorso di cambiamento, di trasparenza e di sviluppo delle raccolte differenziate che abbiamo avviato ed intendiamo proseguire con la massima determinazione. Chiunque voglia ostacolare Messinambiente non riuscirà nei suoi intenti perché l’azienda cammina convinta e solida per il contrasto di ogni illegalità, di ogni inefficienza e contro ogni tentativo di far prevalere interessi particolari rispetto all’interesse generale e collettivo. Massimo sostegno a tutti i lavoratori che ogni giorno dedicano il loro tempo a svolgere l’attività lavorativa per migliorare continuamente la pulizia, il decoro e la sostenibilità ambientale nell’interesse collettivo della cittadinanza».

© Riproduzione Riservata

Commenti