Saverio Panzica - Foto Andrea Jakomin/blogTAORMINA ©2015

La semplificazione amministrativa nelle strutture ricettive – Il relatore principale del seminario che si è svolto nella giornata di sabato presso l’Hotel Monte Tauro di Taormina, sulla “Semplificazione amministrativa per l’avvio e la gestione delle strutture turistico ricettive aperte al pubblico nella regione Sicilia – Applicazione della normativa relativa alla segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) e dello sportello unico per le attività produttive (SUAP)”, è stato senza ombra di dubbio il dottor Saverio Panzica. L’intervento del dirigente Servizio 4 Assessorato del Turismo dello Sport e dello Spettacolo della regione Sicilia ha riguardato l’applicazione della SCIA. Se nelle logiche nazionali si parla di deburocratizzare e semplificare, il seminario di sabato è stato molto utile per albergatori e addetti ai lavori. Il dottor Panzica ha parlato di semplificazione amministrativa nelle strutture ricettive. L’ha fatto interloquendo con i presenti, come del resto è stato anche per gli altri relatori. Quando si ascolta in diretta un dirigente dell’assessorato al Turismo della regione Sicilia, sono diverse le domande che gli si vorrebbero fare. Ad esempio qual è il suo giudizio sull’operato del governo di Rosario Crocetta in campo turistico.

Panzica promuove Crocetta sul turismo – Su una scala da uno a dieci il dottor Saverio Panzica non ha esitato a dare un sette all’attività del presidente Crocetta e delle sue giunte sul turismo: «Sette. Personalmente devo dire che con il governo Crocetta ho scritto il regolamento dell’albergo diffuso e devo dire che se nel passato ci volevano molti anni per attivarlo, con l’amministrazione Crocetta i tempi sono stati brevi. Poi ho scritto un decreto sulla classifica delle strutture ricettive che permetteva di ospitare i bambini nelle camere dei genitori e degli accompagnatori dei diversamente abili. Devo dire che io ho operato in armonia con questo governo e dal punto di vista della trasparenza è eccezionale. Abbiamo operato con i fondi europei senza nessuna pressione, senza alcuna preclusione. Dal mio punto di vista non ho avuto alcun problema». Insomma, Panzica ha sottolineato che la trasparenza e la legalità sono caratteristiche principali dell’amministrazione Crocetta e che il lavoro svolto nell’assessorato del Turismo è fruttuoso.

«Sia la Stancheris che la Li Calzi hanno cercato di fare sistema» – Altro tema interessante è il coinvolgimento del governo regionale verso le organizzazioni turistiche. In che misura vengono prese in considerazione e quale rapporto intercorre tra la giunta regionale e i vari territori? Il dottor Panzica considera il coinvolgimento positivo, sia con il precedente assessore al Turismo, Michela Stancheris, che con l’attuale assessore, Cleo Li Calzi. Entrambe hanno sempre cercato di fare sistema: «I tentativi ci sono sempre stati. Sia l’assessore Stancheris che l’assessore Li Calzi hanno cercato sempre di creare sistema. Devo dire che ho organizzato diverse riunioni sulle tematiche del turismo e ho avuto sempre la massima disponibilità e la massima partecipazione dei vari assessori che si sono avvicendati all’assessorato del Turismo». Infine Saverio Panzica si è detto disponibile a collaborare con la proposta di unificare i regolamenti e fare un unico testo per le attività produttive: «Su questo in realtà c’è una legge che riguarda il nostro dipartimento delle attività produttive, sul fatto che ci debba essere un’unica linea per diverse attività produttive. Io mi occupo di turismo e per quel che mi riguarda c’è già lo strumento. Oggi abbiamo visto che i funzionari coinvolti hanno una grandissima disponibilità e quindi penso sia assolutamente condivisibile».

© Riproduzione Riservata

Commenti