Vede fuggire l’autore di uno scippo, abbandona la garitta, lo rincorre, lo raggiunge e lo cattura dopo un perfetto placcaggio rugbistico. Poi lo conduce nel luogo in cui, con un complice, aveva scippato una signora scagliandola in terra e rompendole il setto nasale, e lo consegna agli agenti di una “volante” della Polizia di Stato. Autore dell’impresa è un ispettore della Polizia municipale, Mario Mirabella, 57 anni, che giorno 30 gennaio stava dirigendo il traffico all’incrocio tra la via Vincenzo Giuffrida e il viale Raffaello Sanzio. Proprio da via Giuffrida vede arrivare, di corsa, un giovane inseguito da un’altra persona che gli urla dietro accusandolo di aver rapinato una donna. Il giovane imbocca il viale Sanzio rincorso dall’Ispettore Mirabella, che lo blocca all’incrocio con via Vittorio Emanuele Orlando e nota che, nella vicina via Sassari, si sta raccogliendo una piccola folla attorno alla signora scippata.

«Mi è scattata la rabbia dentro – ha raccontato il vigile urbano – e sono riuscito a raggiungere quel ragazzo che, come ho poi appreso dalla polizia, aveva agito insieme a un complice». La vicenda è stata raccontata stamattina in Giunta dall’assessore alla Polizia municipale Marco Consoli e il sindaco Bianco ha lodato il vigile, affermando che «sono questi gli esempi positivi di cui Catania ha bisogno».

© Riproduzione Riservata

Commenti