L’idea circolava da qualche mese, ma adesso è diventata ufficiale. Anche la Sicilia avrà la sua Leopolda. Il renziano della prima ora, Davide Faraone, ha annunciato l’evento, con venticinque tavoli di confronto, nei giorni 28 febbraio e primo marzo. «Non ci stiamo alla narrazione della catastrofe che si adatta e si assuefà alla catastrofe. L’analisi la conosciamo, è giusta ed è terribile, ma noi siamo qua per andare oltre le analisi e marcare una svolta.

Lavoriamo insieme per la Sicilia», ha detto il sottosegretario all’Istruzione, Davide Faraone che ha lanciato sul sito www.siciliaduepuntozero.it «Sicilia 2.0», la «Leopolda sicula» in programma a Palermo nell’ex Fabbrica Sandron. Due giorni, sei parole chiave (innovazione, progetto, futuro, capacità, rischio, sogno), 25 tavoli di confronto su altrettanti argomenti diversi: economia e lavoro, politica e geopolitica, istituzioni, beni culturali sono solo alcuni dei macro-temi che verranno discussi dai partecipanti coordinati da autorevoli relatori.

© Riproduzione Riservata

Commenti