La Guardia di Finanza ha sequestrato due sale Bingo, “Alcalà” e “Caronda”, di Catania, dal valore di 15 milioni di euro, in un’inchiesta per bancarotta fraudolenta della Procura di Roma. Indagati due noti imprenditori catanesi e sei dipendenti amministrativi che avrebbero trasferito le proprietà a un prezzo incongruo a nuove società degli stessi titolari. Le sale Bingo, che hanno un passivo di 12 milioni, 11 dei quali con l’Erario, sono aperte e gestite da un amministratore giudiziario.

© Riproduzione Riservata

Commenti