Agave Creative Travel organizza tour in Sicilia, fin qui nulla di strano, se non il fatto che Agave Creative non è una semplice agenzia turistica ma un format studiato per clienti di nicchia che vogliono scoprire l’essenza dell’Isola. Nessun tour di massa da turisti mordi e fuggi, nessun cliché da rispettare. Niente autobus affollati che attendono orde di turisti in massa sotto la calura siciliana. Fondata da Marcello Baglioni, nato ad Hollywood, da padre emigrato dall’Abruzzo e da mamma inglese, con la passione di scoprire la connessione tra cibo e cultura.

Marcello nel 1997 viene in Sicilia per una vacanza e ci rimane, innamorato di questa terra, della sua bellezza e della sua storia. Sceglie Siracusa dove inizia con una scuola per studenti americani e prosegue appunto con l’agenzia Agave Travel Creative che è nata dalla sua volontà di creare un ponte tra gli Stati Uniti e la Sicilia. I suoi viaggi alla scoperta della Sicilia hanno fatto guadagnare a Marcello il titolo, mantenuto per quattro anni consecutivi, di Top World Travel Specialist, che Condè Nast ogni anno rilascia a chi si distingue nel mondo del turismo e dei viaggi. Lui ama definirsi “Cultural concierge”, “Sicilian travel specialist”, grazie alla sua visione unica della Sicilia da americano di origine italiana. L’isola che Marcello fa scoprire a chi sceglie i suoi viaggi è quella degli artigiani sopravvissuti alla “colonizzazione commerciale dei mall”, dei borghi di montagna, dei villaggi di pescatori.

E poi tanti e gustosissimi viaggi culinari che organizza insieme allo chef Lele Torrisi. Su tutti quello dedicato alla cucina mediterranea con tour nei mercati, lezione di cucina, visite guidate a caseifici locali o a produttori locali di miele e escursioni su pescherecci per imparare a conoscere il pesce, a cucinarlo e a gustarlo. La dimensione dei viaggi organizzati da Agave Creative Travel si basa sulla storia, la bellezza dell’archeologia, la natura, il cibo della Sicilia. L’esperienza di una Sicilia vera, d’incontri con la popolazione, nei mercati, nei quartieri, con le guide locali alla scoperta dell’archeologia e di nuovi itinerari. Da qualche anno Marcello è tornato in America senza mai interrompere il ponte culturale con la Sicilia. Marcello lavora adesso per promuovere la cultura siciliana negli Stati Uniti. Lo fa in America organizzando Culinary experience dove chef siciliani narrano con sapori ed odori la storia della Sicilia. E lo fa in Sicilia con i suoi tour fuori dalle rotte turistiche che hanno portato Marcello e il suo team sulle colonne del New York Times.

© Riproduzione Riservata

Commenti