Salina scommette e rilancia sulla realizzazione di un aeroporto nel comprensorio che abbraccia le Isole Eolie. Nella seduta consiliare svoltasi nel pomeriggio di mercoledì, il Civico Consesso del Comune di Santa Marina Salina ha infatti “valutato positivamente” l’idea di realizzare una struttura aeroportuale aperta al traffico civile nella piana di Milazzo o nelle immediate vicinanze. Si tratta di una mozione d’indirizzo, che condivide l’analoga scelta già operata dai Consigli Comunali di Milazzo e di Barcellona Pozzo di Gotto. Il progetto non è nuovo: il Consiglio Provinciale di Messina ad esempio, nel 2008, aveva infatti già inserito l’opera nel Piano Territoriale Provinciale; operatori privati inoltre avevano formalmente manifestato interesse per la progettazione, la costruzione e la gestione dell’infrastruttura con risorse finanziarie esclusivamente proprie. Offerta questa, viene sottolineato nella delibera di Consiglio, valida ancora oggi. Le basi per portare avanti il certamente ambizioso progetto sembrano esserci tutte. Le condizioni per realizzarla, ammonisce il Consiglio Comunale, è che l’opera sia conforme a valori severi e restrittivi che tutelino la salute pubblica e che vengano adottati tutti gli accorgimenti per mitigare il più possibile i costi ambientali, sociali e territoriali derivanti dall’opera stessa.

«Un aeroporto – commenta il Sindaco di Santa Marina Salina Massimo Lo Schiavo – rappresenterebbe un’opera che, come sottolineato nella delibera consiliare, costituirebbe concretamente quella precondizione essenziale per progetti di sviluppo di ampia scala e permetterebbe, secondo me, il definitivo lancio del territorio della Provincia di Messina sul mercato internazionale non solo turistico. Gli esempi che provengono da altre realtà siciliane come Trapani o Comiso attestano l’importanza strategica degli investimenti che sono stati concentrati, da operatori pubblici e privati, sullo sviluppo del trasporto aereo nelle rispettive aree. Analizzando, anche solo attraverso le notizie reperibili su diversi media, i dati relativi ai flussi turistici che hanno interessato, ad esempio, le Isole Egadi o la Provincia di Ragusa, si evincono chiaramente le interessanti prospettive che potrebbero scaturire dalla presenza di un aeroporto, anche piccolo, alle porte dell’Arcipelago eoliano. Inoltre l’opera risponde ad una esigenza di gran parte della popolazione residente nel comprensorio che abbraccia la piana di Milazzo e le Isole Eolie: lo dimostrano le testimonianze ascoltate quotidianamente da chi vive il territorio ed anche le 83.000 firme raccolte nel recente passato a sostegno dell’iniziativa, di cui il Consiglio Comunale di Santa Marina Salina da atto nella delibera approvata mercoledì».

«Non si tratta certamente di un’operazione semplice o esente da criticità: ma una riflessione seria che coinvolga i territori interessati all’opera va, dal mio punto di vista, necessariamente fatta. Ci sono degli operatori privati che hanno già manifestato interesse, conclude il Sindaco Massimo Lo Schiavo, a dimostrazione che l’aeroporto costituisce una scommessa su cui qualcuno è disposto a puntare. Sarebbe auspicabile pertanto intavolare un confronto tra tutte le parti, sia pubbliche che private, aventi voce in capitolo e che siano interessate a dare il loro contributo, economico e di idee. Un confronto che coinvolga e ascolti le istanze provenienti dai territori che accoglieranno l’opera. Attorno all’aeroporto, che andrebbe realizzato a totale carico dei privati, potrebbe svilupparsi un indotto da non trascurare e che darebbe certamente grande respiro alla fragile economia dell’area del milazzese e dell’Arcipelago eoliano. A breve, su mandato del Consiglio Comunale, solleciterò il Presidente Crocetta a convocare un tavolo di concertazione che possa valutare tutte le possibili iniziative da mettere in campo per condurre in porto questo probabilmente visionario ma certamente valido progetto».

© Riproduzione Riservata

Commenti