blogTAORMINA ©2015

Ricordare per vivere meglio il presente e guardare con fiducia verso il futuro. È questo il senso del Giorno della Memoria, che ogni anno si celebra il 27 gennaio in ricordo delle vittime dei campi di sterminio nazisti. In questa giornata, in particolar modo, si celebra la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz, avvenuta il 27 gennaio 1945 ad opera delle truppe sovietiche dell’Armata Rossa. Quei cancelli aperti fecero conoscere al mondo intero l’orrore dell’ideologia nazista. Una barbarie rivolta soprattutto nei confronti del popolo ebraico. In ricordo di quei tragici momenti, il 27 e 30 gennaio, il Comune di Riposto, su iniziativa dell’assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione retta dal prof. Gianfranco Pappalardo Fiumara con il coordinamento del sindaco Enzo Caragliano, il contributo delle scuole del territorio, organizza due importanti manifestazioni per celebrare il Giorno della Memoria e la terribile storia dell’Olocausto.

Martedi 27 gennaio, dalle 9 alle 11, nell’aula magna dell’ITG “Colajanni” di Riposto e venerdì 30 gennaio, ore 11, nell’aula magna della Pirandello di Riposto. Nella due giorni interverranno ospiti illustri: il magistrato Marisa Acagnino, il presidente dell’Anpi Catania Santina Sconza e il capo dei Rabbini Sid di Siracusa, il Rabbino, prof. Stefano Di Mauro. Due i momenti culturali: La Costituzione secondo Gesù, testi liberamente tratti da “Mistero Buffo” di Dario Fo, con Maria Rita Leotta e Francesco Russo; Lettere dei condannati a morte della resistenza europea a cura degli studenti in rete di “Una Città per la Costituzione”.

Riposto-giornata-memoria-programma

© Riproduzione Riservata

Commenti