Spese troppo elevate e scarsi risultati. È questo il motivo principale che ha convinto la giunta guidata da Rosario Crocetta a chiudere le “Case Sicilia”, aperte una decina di anni fa dalla presidenza Cuffaro per promuovere l’imprenditoria siciliana all’estero. Disposta la risoluzione delle convenzioni per la gestione della “Casa Sicilia New York” aperta nel dicembre 2005, la “Casa Sicilia Qingdao” (Cina) attivata nel novembre 2007 e la “Casa Sicilia Parigi” inaugurata nell’ottobre 2003, che era la più sfarzosa con 900 metri quadrati in Boulevard Hausmann.

© Riproduzione Riservata

Commenti