Il 16 gennaio 2015 sarà celebrata la prima Notte Bianca nei Licei Classici. Iniziativa promossa dal Liceo “Gullì e Pennisi” di Acireale per il rilancio degli studia humanitatis a cui hanno aderito oltre cento Licei Classici italiani che condivideranno momenti di musica e lettura di classici antichi e moderni rimanendo aperti fino alla mezzanotte. L’iniziativa vuole sottolineare l’impegno culturale dei licei classici italiani e ribadire la grandezza indiscutibile della civiltà classica che è, di fatto, il fondamento dell’Occidente. Studenti ed ex studenti si esibiranno in varie performance: dal teatro alla musica, dalle letture di autori alla presentazione di romanzi, dai dibattiti alle coreografie di danze e ai momenti di degustazione. Con una conclusione comune a tutti i licei partecipanti, in altre parole la lettura, in greco con traduzione in italiano, del famoso “Notturno” di Alcmane, lirico greco del VII sec. a.C..

Numerose le iniziative proposte dai diversi licei per tutto lo stivale: il Liceo Classico “Vittorio Emanuele II” di Palermo proporrà “Vittorio in musica” con momenti artistici volti a fare emergere la parte più creativa dei ragazzi che lo frequentano; il Liceo Classico “Campanella” di Reggio Calabria punterà su esibizioni di canto lirico e di musica classica a performance di band composte di alunni dello stesso istituto, che suoneranno generi di musica diversa; il liceo Classico “De Sanctis” di Salerno organizzerà una serie di appuntamenti imperdibili tra musica, gastronomia, letteratura e tanto altro ancora; lo storico Liceo classico “Colombo” di Roma si lascerà trasportare dalle letture delle tragedie “Antigone e I Persiani” o dalle poesie dedicate alla ricerca della felicità, Dante, Orfeo e Platone; il Liceo Classico “Repetti” di Carrara parteciperà alla notte bianca con una serie d’interviste pubbliche fatte dagli studenti a personaggi della politica, dello sport, della cultura e della scienza; il Liceo classico “Manin” di Cremona farà le ore piccole presentando tra gli altri il romanzo di Marco Ghizzoni, ex alunno, “Il Cappello del Mare- sciallo”; il Liceo classico “Paolo Diacono” di Cividale presenterà attività didattiche e progetti realizzati nel corso degli ultimi anni scolastici dagli alunni e dagli insegnanti.

Una “notte bianca” di eventi in contemporanea in tutta Italia per promuovere la cultura classica nelle sue infinite declinazioni. Un’iniziativa che nasce sull’onda delle polemiche che negli ultimi tempi hanno investito il liceo classico, storico indirizzo di studi del nostro sistema scolastico, fra proposte di abolizione, “processi” pubblici e appassionate discussioni sulla stampa e sul web. Per l’occasione il Liceo Classico “Enrico Trimarchi” di Santa Teresa di Riva parteciperà con recital di versi, alcune lectiones fra le quali una sui valori della democrazia e anche la proiezione del cortometraggio di Fabrizio Sergi “Solstizio d’estate”. Una festa che si protrarrà fino a tarda notte circa durante la quale si potranno visitare anche delle mostre: “Come eravamo” a cura di Salvatore Coglitore, “Pannelli scultorei in legno e acciaio” di Nino Ucchino e “Tesori di Sicilia” a cura dell’Archeoclub della zona jonica in questa occasione il liceo festeggerà anche i suoi settant’anni di vita.  La Notte nazionale del Liceo Classico propone l’importanza della formazione umanistica in un mondo che ha bisogno di non perdere il proprio legame col passato per poter comprendere il presente e progettare il futuro.

© Riproduzione Riservata

Commenti