Il ritorno a “casa” dopo diversi anni – “Chiu Albanese pi tutti”, o almeno per i siciliani. Il comico che ha fatto il pienone di incassi con i suoi film di Cetto La Qualunque, personaggio già noto per gli appassionati della Gialappa’s Band, torna in Sicilia e mostrerà al pubblico le sue diverse maschere. Non soltanto il politico degenerato, che in alcuni casi è diventato triste realtà nel nostro Paese, ma anche Epifanio, L’Ottimista, il Sommelier, Alex Drastico e Perego. Volti comici che contraddistinguono l’italiano in genere, qualche nostro conoscente o un volto noto visto in televisione. Antonio Albanese torna in Sicilia dopo diversi anni. Un ritorno alle origini, considerando che il comico di Lecco, è nato da genitori originari di Petralia Soprana, in provincia di Palermo. Il titolo del suo spettacolo sarà “I Personaggi”, scritto da lui stesso e da Michele Serra, con Piero Guerrera e Giampiero Solari, regista dello show. Le cittadine e i cittadini che vorranno vedere Antonio Albanese e ridere sulle sue comiche esibizioni, avranno a disposizione quattro date. Venerdì 20 e sabato 21 febbraio 2015 al teatro Metropolitan di Catania alle ore 21.15. Stesso orario anche per gli spettacoli di Palermo previsti per mercoledì 25 e giovedì 26 febbraio al teatro Politeama di Palermo.

La visione della realtà di Antonio Albanese – “I Personaggi” si preannuncia uno spettacolo imperdibile, dove Antonio Albanese mostrerà il legame che intercorre tra le sue maschere. Figure bizzarre, piene di contraddizioni, a volte volgari, tenere e rudi, ma con una buona dose di umanità. Personaggi che abbiamo imparato ad apprezzare nel corso degli anni. Ci siamo affezionati, ci hanno fatto compagnia e magari ci hanno strappato qualche risata in un momento complicato della nostra vita. In fondo è questo il senso della comicità. Far ridere e mettere in un angolo quella solitudine che ci perseguita nel corso della nostra esistenza. Antonio Albanese ha la dote di far ridere il pubblico e nello stesso tempo di farlo riflettere su tematiche delicate, che spesso e volentieri sono i problemi centrali della nostra società. Andranno in scena uomini del sud e del nord, uomini alti e bassi, grassi e magri, ricchi e poveri, ottimisti e qualunquisti. Maschere irriverenti e grottesche specchio di una realtà guardata con occhio attento a carpirne i difetti, le abitudini e i tic.

Ridere e riflettere – «Una galleria di anti-eroi che svelano un mondo fatto di ossessioni, paure, deliri di onnipotenza e scorciatoie, ma dove alla fine anche la poesia trova posto. Un recital che racconta, con corrosiva comicità e ritmo serrato, un mondo popolato da personaggi tipici del nostro tempo, dal pensiero contemporaneo interpretato con dirompente fisicità». È questa la descrizione fatta dell’evento sui principali siti per acquistare un biglietto dello spettacolo. Non resta che prenotare un posto e godersi la visione della realtà di Antonio Albanese. La sua immagine comica, realistica e anche spietata della società. Ci sarà da ridere, ma in alcuni casi potreste tornare seri. Già, ma non perché Antonio Albanese non è un comico all’altezza. Anzi, è uno dei migliori in circolazione in Italia. E proprio per un simile motivo, i suoi spettacoli coniugano risate e riflessioni sulla vita quotidiana. Del resto l’esistenza è caratterizzata da diverse sfumature.

© Riproduzione Riservata

Commenti